il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Segue i ladri, pugno al don

Don Francesco Cortellini vittima della 'banda del collier' dopo l'ennesimo agguato ai danni di una donna

Pugno al don dopo il furto

Don Francesco Cortellini e una macchina dei carabinieri

CREMONA - Si allunga la serie di colpi della ‘banda dei collier’: l’elenco delle incursioni - quattro, tra corso Garibaldi, via Palestro, via Geromini e via Volontari del Sangue - va aggiornato con quella andata a segno, una decina di giorni fa, in via Aselli. Raid a metà mattina, fotocopia di tutti gli altri: vittima una 50enne che stava camminando sul marciapiede e che è stata sorpresa alle spalle. Dai due soliti malviventi, a volto scoperto ma abbastanza rapidi nella loro azione per restare quasi irriconoscibili, presumibilmente stranieri dell’Est Europa. Hanno avvicinato la cremonese e con uno strattone secco le hanno portato via la collana d’oro del valore di un migliaio di euro. E’ caduta a terra, la donna. Procurandosi lesioni per fortuna non gravi. È l’agguato numero cinque in un mese e mezzo. Ed è anche quello più inquietante per il seguito che ha avuto: il pugno ad un parroco testimone dei fatti, don Francesco Cortellini. Era in bicicletta nella via teatro dell’ennesima scorribanda quando si è accorto della signora a terra e ha immediatamente arrestato la marcia per prestare soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

16 Giugno 2016

Commenti all'articolo

  • Antonio

    2016/06/17 - 13:01

    Incredibile, Cremona assomiglia nella delinquenza alle città metropolitane e sembra che nessuno riesca a porgervi rimedio.

    Rispondi

  • Roberta

    2016/06/17 - 10:10

    Questo è il risultato... dell'impunità che vige in italia nei confronti dei cittadini stranieri... Vuoi che questi soggetti che girano non siano già stati pizzicati da qualche parte?....Eppure restano qua... il ben godi dell'europa

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000