il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rissa Dordoni-CasaPound, chiesto il rinvio a giudizio

L’aggressione del 18 gennaio 2015: per il pm raduno premeditato dagli esponenti del centro sociale

Rissa Dordoni-Casa Pound, chiesto il rinvio a giudizio

I poliziotti intervenuti alla rissa del 18 gennaio 2015

CREMONA - Per la rissa scoppiata il 18 gennaio dello scorso anno sul piazzale del Foro Boario tra militanti del Csa Dordoni ed esponenti di CasaPound, il pm, Laura Patelli, ha chiesto il rinvio a giudizio. L’udienza preliminare davanti al gup, Letizia Platè, si terrà il 12 ottobre prossimo. Gli esponenti del Csa Dordoni sotto accusa sono Emilio Visigalli, Jonathan Carnesella, Andrea Romagnoli, Filippo Esposti, Gianluca Rossi, Michele Arena, Alberto Birzi e Matteo Vantadori. Quelli di CasaPound: Gianluca Galli, Guido Vito Taietti, Matteo Bassanetti, Michael Gorini, Andrea Visigalli, Rubens Rubini, Lorenzo Ranelli, Riccardo Scandolara, Alessandro Piacentini e Stefano Zaffanella. I militanti di estrema destra, Galli e Taietti, devono inoltre rispondere di tentato omicidio ai danni di Emilio Visigalli, il quale, a sua volta, in concorso con gli esponenti del Dordoni, Arena e Birzi, è accusato di aver cagionato lesioni gravi a Galli. Secondo la ricostruzione del pm, Emilio Visigalli, Arena e Birzi avrebbero premeditato l’aggressione, organizzando un raduno sul piazzale e armandosi preventivamente di mazze. Mazze portate al Dordoni dagli otto antagonisti imputati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Giugno 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000