il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


POLEMICA POLITICA

"Corada ci lascia sgomenti". La sinistra Anpi contro il presidente

C'è dissenso nell'associazione partigiani. La mail di Berardi al comitato sulle dichiarazioni dell'ex sindaco

"Corada ci lascia sgomenti". La sinistra Anpi contro il presidente

Il comitato provinciale dell'Anpi

CREMONA - I partigiani del ‘no’ contro i partigiani per il ‘sì, il Pd contro l’Anpi e viceversa e ora la sinistra dell’Associazione, schieratasi per il ‘no’, contro il suo stesso presidente. Lo scontro su riforme, Costituzione e referendum scrive altre puntate prendendo le strade più impensabili. Nel mirino finisce Gian Carlo Corada, chiamato alla guida dell’Anpi provinciale. Ad accendere la miccia è Francesca Berardi, componente del comitato di via Foppone e volto noto della politica locale: ha guidato la battaglia per l’acqua pubblica ed è segretaria di Rifondazione comunista. In una mail agli altri membri del direttivo Anpi, Berardi contesta pesantemente Corada per le dichiarazioni (non smentite) rilasciate nei giorni scorsi in cui l’ex sindaco spiega di non aver ancora deciso come votare ad ottobre. «La riforma Boschi è una cosetta ma, come insegna quel detto popolare, qualcosa è meglio di niente», ha affermato, tra l’altro, Corada, aggiungendo, in polemica con il sottosegretario Luciano Pizzetti: «Non c’è un golpe se prevale il ‘sì’, come non c’è un disastro europeo se la spunta il ‘no’».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

01 Giugno 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000