il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Tetto in fiamme, paura per una famiglia

Tetto in fiamme, paura per una famiglia
CASALSIGNONE - Tetto distrutto, fuliggine ovunque, casa inagibile e danni ingenti. Una scena agghiacciante quella che, entrando in via Belgiardino, al civico 17 nella piccola frazione di Casalsigone, ci si trova davanti. Attimi terribili, quelli vissuti nella notte tra martedì e mercoledì, dalla famiglia (con due bambini piccoli di tre e sei anni) di Roberto Negroni, noto artigiano del marmo di Cremona.
Ad accorgersi dell’accaduto è stata proprio la proprietaria di casa, la mamma. «Verso l’una e mezza — racconta — il bambino più piccolo si è svegliato. Mi sono alzata per farlo riaddormentare e ho sentito dei rumori strani che arrivavano dal sottotetto. Mi sono affacciata e ho visto le fiamme proprio in corrispondenza del sottotetto. Dopo aver svegliato il mio compagno, abbiamo preso i bambini e siamo usciti di corsa». Negli istanti immediatamente successivi è partita la chiamata ai vigili del fuoco di Cremona che hanno raggiunto la frazione di Pozzaglio a sirene spiegate. I pompieri hanno lavorato tutta la notte per domare il rogo. Anche se le cause sono ancora in fase di accertamento sembra che l’incendio sia partito dalla canna fumaria, divorando poi tutto il sottotetto. L’abitazione, realizzata ex novo sette anni fa, è stata dichiarata inagibile tanto che l’intera famiglia ha dovuto trasferirsi a casa di alcuni partenti che abitano a Pozzaglio.

20 Febbraio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000