il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

'Notte Bianca' del Manin , il cuore della cultura classica batte più forte che mai

'Nox Erat', evento suggestivo nato dalla collaborazione tra docenti e studenti coordinati dalla referente Chiara Persico e dalla dirigente scolastica Mirelva Mondini

'Notte Bianca' del Manin , il cuore della cultura classica batte più forte che mai

La dirigente del Manin Mirelva Mondini e Fabiano Penotti presidente di Cr Forma

CREMONA - Stanchi, ma eccezionalmente soddisfatti, organizzatori e alunni della ‘Nox Erat’ del liceo classico Manin, che venerdì 13 maggio hanno fatto le ore piccole per la seconda volta, dopo la notte bianca del 13 gennaio scorso. Un’iniziativa cominciata alle 16, che si è prolungata fino alle 23, tra appuntamenti d’arte, musica e letteratura dislocati nelle aule dell’istituto dei via Cavallotti. Un tripudio della cultura che ha funzionato, e ripagato gli sforzi degli organizzatori, coordinati dalla referente Chiara Persico e dalla dirigente scolastica del Manin Mirelva Mondini.

Ad aprire i battenti, alle 16, la conferenza sul mondo e sull’istruzione classica con i docenti Emilio Giazzi e Cesare Marelli, che hanno tracciato le origini del liceo classico e dell’istruzione di stampo umanistico. Durante la serata, la presentazione del libro di Pierdante Piccioni, moderata dallo studente Enrico Galletti, il concerto dei talenti musicali della scuola in aula magna, l’esposizione di una mostra d’arte e una lunga sequenza di appuntamenti che hanno saputo coinvolgere il pubblico. Un punto di incontro tra ex allievi e vecchi compagni di classe, che dall’annuario scolastico del vecchio ginnasio hanno trovato nella ‘Nox Erat’ di venerdì 13 maggio l’ennesima conferma che il cuore della cultura classica è vivo, e batte più forte che mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

14 Maggio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000