il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Saluti romani e canti fascisti per Mussolini e Farinacci

Come ogni anno è stata celebrata una messa in suffragio del duce e del ras di Cremona

Saluti romani e canti fascisti per Mussolini e Farinacci

CREMONA - E' stata celebrata sabato mattina, come ogni anno, una messa di suffragio in ricordo della morte di Mussolini e Farinacci. La piccola chiesa del Civico cimitero era gremita di nostalgici. Il corteo ha poi raggiunto le tombe del ras di Cremona e dei caduti della Rsi, ai quali è stato reso omaggio con saluti romani e canti fascisti. Nessun problema per l'ordine pubblico. Il tutto si è svolto sotto il controllo di polizia, carabinieri, vigili.

30 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • Angelo

    2016/05/02 - 11:11

    Salutiamo i milioni di morti Italiani, che ci sono stati in Russia, in Africa, per colpa del Fascismo!!

    Rispondi

  • gianfranco

    2016/05/01 - 21:09

    per fortuna gli antifascisti in questo paese sono molti di più che quei quattro sfigati con la camicia nera che vanno in un luogo sacro e di tutti a inneggiare a un delinquente che ha fatto milioni di morti per la sua voglia di narcisismo. ricordare certi personaggi ci fà solo capire una volta di più che fortuna hanno avuto gli italiani quel giorno che lo hanno mandato dal buon dio a rendere conto delle belle cose che ha regalato agli italiani.

    Rispondi

  • NICOLA

    2016/05/01 - 12:12

    Bravo Gianfranco, goditi, "guazza" in quello che oggi hai da e in questo paese. Contento tu, contenti voi....

    Rispondi

  • gianfranco

    2016/04/30 - 21:09

    grazie per averci ricordato la morte di questo losco individuo, con tutti i morti che ha sulla coscienza un messa per lui è come una goccia nel mare, però è sempre meglio che niente. Per quanto riguarda i saluti romani, per rispetto del luogo e di tutti quelli che ne sono sepolti, bastava un bel segno della croce che forse gli dava un pò più dignità.

    Rispondi

    • Gian Alberto

      2016/05/01 - 05:05

      Pensa che i tuoi padroni antifascisti non li ricorderà nessuno; ladri, assassini che hanno rubato pure il futuro ai nostri figli

      Rispondi

      • Giampaolo

        2016/05/04 - 09:09

        Sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Non ci basta la tragedia fascista per dimenticare il diabolico disegno criminale perpetrato da farinacci e mussolini. Ora i nostalgici in camicia nera stanno uscendo dal loro baratro infernale per risuscitare le idee razziste e xenofobe contro l'umanità. Prepariamoci ad una nuova guerra civile, che costoro stanno alimentando nei nuovi fascisti.

        Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000