il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Controllo di vicinato, presidio e coordinamento della polizia locale

Verrà promossa anche l'organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alla propria abitazione al servizio della sicurezza

Controllo di vicinato,  presidio e coordinamento della polizia locale

L’assessore Barbara Manfredini e il comandante Pier Luigi Sforza

CREMONA - La Polizia Locale, nell'ambito delle sue funzioni di prossimità nei quartieri, svolgerà attività di presidio e coordinamento per il “controllo di vicinato”. Questo l'indirizzo della Giunta di fronte ad un fenomeno che anche a Cremona si sta diffondendo come avviene già in altre città italiane e prima ancora all'estero. Il “controllo di vicinato” consiste sostanzialmente nel promuovere l'organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alla propria abitazione. 

Alcuni quartieri si stanno muovendo autonomamente, chi attivando gruppi Whatsapp, chi organizzando incontri nei quali hanno invitato i referenti di zona del controllo di vicinato ed i presidenti dei comitati di quartiere. “Come Amministrazione - dichiara l'assessore alla Sicurezza Barbara Manfredini -, fatte le opportune valutazioni, abbiamo ritenuto che il Comando della Polizia Locale abbia le risorse e la possibilità di avviare e gestire l’intero sistema garantendo così un servizio ai cittadini”.

La collaborazione tra vicini è importante perché si instauri un clima di sicurezza che può essere percepito da tutti i residenti e particolarmente dalle fasce più deboli. Un insieme di piccole attenzioni fa sì che i molti occhi di chi abita il quartiere rappresentino un deterrente per chi volesse compiere reati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

20 Aprile 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000