il network

Lunedì 18 Giugno 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


CREMONA

Patente falsa, Kastrati condannato

Il kosovaro era stato espulso dall'Italia per aver esultato dopo la strage di Charlie Hebdo e aver manifestato la volontà di diventare kamikaze

Il finanziamento alla 'guerra santa' passa anche da Cremona

Il kosovaro Resim Kastrati

CREMONA - Espulso nel gennaio del 2015 per aver esultato dopo la strage di Charlie Hebdo sui social network e per aver manifestato online la volontà di diventare kamikaze per tutelare l’onore del profeta, Resim Kastrati, il macellaio islamico che abitava a Pozzaglio, con la giustizia italiana aveva un conto aperto. Era stato beccato a girare in auto con una patente di guida falsa, reato per il quale lunedì 18 aprile a Brescia è stato condannato a due mesi e venti giorni di reclusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Aprile 2016