il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


PARCHI ABBANDONATI

Il Vecchio Passeggio tra bivacchi e pericoli

Torna la protesta di mamme e nonne per il degrado. Nel pomeriggio area piena di extracee

Il Vecchio Passeggio tra bivacchi e pericoli

Un lampione a terra nel parco del Vecchio Passeggio

CREMONA - «L’altro giorno ho evitato proprio all’ultimo che mio figlio infilasse il piede nel varco tra le tavole in quel supporto vicino allo stagno. Poteva farsi male. Due giorni prima una bimba è stata fermata dalla nonna mentre, vicino a un lampione crollato, giocava con i frammenti di ferro appuntiti e arrugginiti. Per non parlare di quel che diventa il parco nel primo pomeriggio: sulle panchine si sdraiano gli extracee, come fosse casa loro». E’ Anna, una mamma quarantenne, a dare voce alle altre mamme (e a molte nonne) che da alcune settimane sono tornate a fare i conti con il degrado e l’abbandono nel quel è ripiombato il Vecchio Passeggio, l’area verde di viale Trento e Trieste a due passi dall’asilo Martini e dalla scuola Campi.

16 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • sergio

    2016/04/18 - 10:10

    Anch'io ci sono stato con mio figlio che frequenta l'asilo, e abbiamo giocato vicino al lampione caduto, sotto alberi mai potati (non di recente, almeno), nei pressi di prati abbandonati ai soffioni. Mi dicono che è un parco vincolato, c'è di mezzo la sovrintendenza, che il muro che lo circonda lo rende un luogo sicuro ma anche nascosto, che a tanti cremonesi ricorda una tragedia brutta di alcuni decenni fa. Sistemarlo non costa tanto, farlo frequentare invece richiede quell'impegno di sinergie, collaborazioni, e fratellanza di cui la giunta si riempie la bocca in ogni occasione. Ecco, anche un vigile che capita lì dentro tutti i giorni sarebbe d'aiuto. Dopo averlo messo in sicurezza.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000