il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sui treni e nelle stazioni controlli con guardie armate

Piano sicurezza Trenord: si parte da Como, Bergamo e Treviglio e presto verranno introdotte anche sulle linee cremonesi verso Milano e Brescia

Guardie armate sui treni

Pendolari alla stazione di Cremona

CREMONA - Parte da Bergamo, Treviglio e Como, ma arriverà presto anche a Cremona, il nuovo piano sicurezza Trenord voluto dalla Regione che prevede la presenza - sui convogli e nelle stazioni delle tratte più a rischio dove le aggressioni sono sempre più frequenti - di guardie armate. Tra queste anche la Mantova-Cremona-Milano e la Cremona-Brescia.

"Il Governo non batte un chiodo - osserva l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte - sulla sicurezza è completamente latitante, benchè la responsabilità sia tutta nelle sue mani. La Regione fa supplenza, nell'interesse dei cittadini, perché la sicurezza di chi viaggia e dei lavoratori impegnati ogni giorno sui treni e nelle stazioni, per noi, è al primo posto". Sorte continua ricordando che "avevamo chiesto di potenziare la polizia ferroviaria, poi avevamo insistito perché il Governo lasciasse sul territorio lombardo i militari impiegati per l'Expo. Picche. E' così che abbiamo deciso di mettere in campo prima i vigilantes, che hanno avviato la sperimentazione migliorando sensibilmente la sicurezza e ora, grazie anche alla collaborazione delle Prefetture, arriva personale ancor più qualificato: le guardie armate. Naturalmente saranno concentrate sulle linee più calde, dove le aggressioni si moltiplicano".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

15 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • enrico

    2016/04/16 - 11:11

    E un bel paradosso ci riempiamo di gente che con noi non c'entra niente e poi corriamo ai ripari.

    Rispondi

    • They

      2016/04/17 - 08:08

      Bisogna ringraziare l'on. Boldrini che sta veementemente appoggiando l'integrazione, magari quando saremo un paese musulmano si scopriranno le "onlus" gestite dall'onorevole in questione

      Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000