il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Erano ciechi veri: tutti assolti

Non ha truffato l'Inps il geometra in pensione di 62 anni che dal 2012 vede solo ombre

Erano ciechi veri: tutti assolti

Franco Tullio Mainardi e l'avvocato Filippo Rizzi

CREMONA - Geometra in pensione di 62 anni, residente a San Bassano, Franco Tullio Mainardi non ha truffato l’Inps. Mercoledì 13 aprile il gup, Letizia Platè, lo ha assolto dall’accusa, con formula piena, nel processo scaturito da un’indagine della Guardia di finanza. E con il pensionato, sono stati assolti, con formula piena, il suo medico curante, Giovanni Luigi Sverzellati, e tre medici dell’Asl tra i quali Salvatore Tuorto e Roberto Giunta.

«Mi è stata resa giustizia, ma non del tutto. Per la parte morale ci vorrà del tempo. Mi è stata azzerata la dignità», si sfoga Mainardi.

Vede solo ombre, Mainardi che per camminare, utilizza il bastone bianco come appoggio. E mentre camminava per la strada del paese, gli inquirenti lo hanno fotografato e filmato, convinti che lui il bastone lo usasse per finta. Settanta metri che separano la sua casa dal cimitero dove riposano i suoi genitori. O i trenta per raggiungere il bar.

«E’ stato superficiale sbatterlo sui media senza che fossero stati prima fatti accertamenti». Usa toni duri l’avvocato Filippo Rizzi, che parla di «indagine superficiale», di «accanimento su una persona senza un riscontro oggettivo». 

Tra novanta giorni la motivazione della sentenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

13 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • mario

    2016/04/14 - 08:08

    Che andassero a indagare in Calabria, dove ci sono 100 percettori di pensioni di invalidità ogni 1000 abitanti (contro i 25 del Trentino ed i 30 della Lombardia).

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000