il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Questua molesta davanti al market. Bloccato dopo un inseguimento

Da via Ghinaglia alla stazione: nei guai un nigeriano ospite della Casa dell'Accoglienza

Questua molesta davanti al market. Bloccato dopo un inseguimento

Polizia davanti alla stazione di Cremona

CREMONA - Chiedeva l’elemosina con troppa insistenza: ‘questua aggressiva’, secondo i passanti che hanno lanciato l’allarme. E poi, di fronte alla polizia che voleva identificarlo, è scappato a piedi: dallo slargo di fronte al market TuoDì di via Ghinaglia, dove domandava l’obolo, fino al piazzale della stazione ferroviaria, dove gli agenti della squadra volante lo hanno bloccato e identificato. «Sono fuggito perché mi sono spaventato» ha provato a giustificarsi. Ma è finito comunque nei guai. Ad essere denunciato e sanzionato, un 28enne nigeriano poi risultato ospite della Casa dell’Accoglienza.

13 Aprile 2016

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2016/04/13 - 22:10

    Popolo bue....continua ad accettare passivamente tutto questo...continua.

    Rispondi

  • Andrea

    2016/04/13 - 22:10

    .....ma sanzionato de che...??! Gli hanno per caso sequestrato il cellulare...?? Siamo al ridicolo.....!!!!!!

    Rispondi

  • koglione

    2016/04/13 - 18:06

    la soluzione è dare a loro direttamente 35 euro al giorno, poi vediamo chi fa l' accoglienza e chi lucra. dimenticavo, gli incapienti e i pensionati al minimo possono pure morire di fame.

    Rispondi

  • mario

    2016/04/13 - 16:04

    La notizia da la misure dell'insuccesso delle politiche di accoglienza attualmente messe in campo dalle nostre istituzioni. La verità è che questo soggetto è nigeriano, e quindi non ha nulla a che fare col concetto di profugo: in verità gente cosi rappresenta la parte preponderante dei soggetti che intasano i nostri centri d'accoglienza... c'è di che riflettere (avendo voglia di farlo..)

    Rispondi

  • enrico

    2016/04/13 - 15:03

    Vorrei sapere non c'è lavoro la crisi è tutt'altro che passata accogliamo in Italia tutti e ripeto tutti per poi vederli in giro per le strade a elemosinate bella integrazione. O forse bisogna essere sinceri e dire che affare(per qualcuno)!

    Rispondi

Mostra più commenti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000