il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CALCIO DILETTANTI

Pugni in una gara Giovanissimi

E a causa dell'aggressione ad un arbitro avvenuta nel Pavese, il Comitato Lombardo ha deciso che le gare del prossimo turno inizieranno con dieci minuti di ritardo

Pugni in una gara Giovanissimi

CREMONA - Un’escalation di violenza ha intossicato il calcio dilettantistico e giovanile negli ultimi mesi, in provincia di Cremona come nei territori limitrofi.

Pugni, gravi provocazioni, aggressioni (tentate o realizzate) nei confronti dei direttori di gara, l’ultima avvenuta domenica sui campi della Terza categoria pavese durante la sfida tra San Martino e Frascatorre. In risposta a tali episodi, il Comitato Regionale Lombardo ha deciso di lanciare un segnale forte comunicando un ritardo di 10 minuti sull’orario d’inizio delle gare in programma nel prossimo weekend in regione (con variazione di 5’ per le giovanili). La Delegazione provinciale di Pavia ha invece deciso di sospendere le proprie gare di Terza categoria.

Una provvedimento destinato a far rumore, a maggior ragione nella nostra provincia, dove l’ennesimo episodio vergognoso ha macchiato una partita tra ragazzini: Atalantina-Casalbuttano, Giovanissimi provinciali (14-15 anni), gara dell’ultimo turno disputata domenica a Crema. La partita è stata segnata dal pugno con il quale un tesserato dell’Atalantina ha colpito un avversario, procurandogli un ematoma sotto l’occhio, varie contusioni al naso con annesso viaggio per accertamenti al Pronto Soccorso di Crema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

12 Aprile 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000