il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Coesione e sicurezza, ecco l'esperienza di parco Sartori

Ampia partecipazione e possibilità di replicare le iniziative anche in altri contesti cittadini

Coesione e sicurezza, ecco l'esperienza di parco Sartori

CREMONA - Favorire la percezione sia del parco di via dei Classici sia del quartiere come luoghi con una buona vivibilità, senza tuttavia ignorare le criticità esistenti nella consapevolezza che il binomio coesione sociale - sicurezza è elemento per progettare insieme un welfare di comunità.

In questa direzione si è mosso il progetto “Parco Sartori: partecipazione è sicurezza” che si è concluso nel pomeriggio di giovedì 31 marzo con un incontro nella Sala Mercanti della Camera di Commercio, presenti rappresentanti dei comitati di quartieri e dei soggetti coinvolti a vario titolo nell'iniziativa. Una conclusione formale, come ha sottolineato nella sua introduzione Rosita Viola, assessore alla Trasparenza e alla Vivibilità sociale, in quanto l'esperienza maturata e le conoscenze acquisite aiuteranno a sviluppare, insieme a tutti i soggetti coinvolti, iniziative che si svilupperanno nei prossimi mesi e, in prospettiva, rilanciare azioni simili in altri contesti cittadini.

Ed è proprio sullo stretto rapporto che esiste tra coesione sociale e sicurezza che si sono incentrati gli interventi di Massimo Bricocoli, nella sua veste di urbanista del Politecnico di Milano, che ha portato l'esempio di altre realtà dove ci si è mossi in tale direzione con successo, e di Pierluigi Sforza, Comandante della Polizia Locale. Con loro Anna Lazzarini, ricercatrice in filosofia all'Università IULM di Milano, a fare da moderatrice e a porre domande ai due relatori.

Al termine dell'incontro, nella vicina sala ex-borsino di via Solferino, è stata inaugurata un'esposizione di immagini trasversale alle varie sezioni della mostra-laboratorio “Percezioni incrociate”. L'esposizione rimarrà aperta al pubblico fino a giovedì 7 aprile, tutti i giorni dalle ore 16.00 alle ore 19.30, mercoledì, sabato e domenica anche dalle ore 10.00 alle ore 12.30.

Il progetto che ha interessato il Parco Sartori e le zone adiacenti, come ha ricordato l'assessore Viola, è inserito in una più ampia programmazione tra vari Assessorati che ha visto la collaborazione tra il Settore Politiche Sociali, il Centro per la Comunità e Beni comuni, il Settore Politiche Educative e Istruzione, la Polizia Locale, l’Ufficio Progetti e Risorse e l’Unità di Staff Urbanistica. Il tutto affiancato da un ricco partenariato composto da Associazione Sucar Drom, Cooperativa Iride, Cooperativa Nazareth, FOCR, Il Laboratorio, Amici di Robi, UISP, CSI.

Fitta la rete di soggetti - il Comitato di quartiere, l'oratorio, le scuole dell'Infanzia Martiri della Libertà e Agazzi e la scuola primaria Monteverdi, il Comitato Soci Coop Lombardia, la Fondazione La Pace Onlus, le Forze dell'Ordine, molteplici esercizi commerciali di quartiere, a vario titolo attivamente coinvolti in specifiche azioni progettuali.

31 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000