il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


FIUME PO

Alleanza contro i bracconieri con Piacenza, Lodi e Pavia

Trovata l'intesa, vigilanza rafforzata sul Grande Fiume per preservare la fauna ittica messa a repentaglio dai pescatori di frodo

Alleanza contro i bracconieri con Piacenza, Lodi e Pavia

CREMONA - Il patto è ancora da sottoscrivere, trasformandolo così in protocollo d’intesa subito operativo, ma l’accordo è di fatto sancito: nel corso del vertice che si è tenuto in settimana a Lodi, le Province di Cremona, Piacenza, Lodi e Pavia non hanno solamente trovato la sinergia sul divieto di pesca notturna nel Po già disposto dall’Emilia Romagna ma, provando a mettere a sistema le risorse a disposizione, e muovendosi nell’ambito delle competenze che con la riforma della pubblica amministrazione andranno in capo alla Regione, hanno siglato una vera e propria alleanza anti-predoni.

Da terra e dall’acqua, con gli uomini delle polizie provincia li dei quattro enti che si muoveranno da una parte a piedi, in golena fra sponde, spiaggioni e boschine, e dall’altra con le sei tra barche e motoscafi complessivamente in dotazione . Tolleranza zero contro i bracconieri che stanno pian piano distruggendo la fauna ittica.

Con, però, un nodo da sciogliere già in partenza, vale a dire gli organici ridotti all’osso degli agenti: ad esempio Cremona, che ne aveva venti, può contare ora su 12 operatori. E simili sono i numeri delle altre tre realtà. Pochi. Ma tutti insieme faranno l’esercito anti-predoni.

27 Marzo 2016

Commenti all'articolo

  • Giorgio

    2016/03/27 - 14:02

    Non servono tanti uomini.....servono armamenti appropriati per far la guerra ai predoni, tipo: missili, bombe, mitra e chi piu' ne ha piu' ne metta!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000