il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


L'AGGRESSIONE IN CORSO MAZZINI

Massacrato in pieno centro. E' stato un agguato omofobo

La polizia ha terminato le indagini sul pestaggio di cui era rimasto vittima il 34enne omosessuale istruttore in palestra. Denunciato il tunisino che lo aveva minacciato e colpito

Pestaggio

Il 34enne Domenico C. e l'ingresso di corso Mazzini

CREMONA - La sera di martedì primo marzo, in corso Mazzini, all’uscita dalla palestra dove lavora come istruttore di fitness lo avevano prima accerchiato e poi massacrato di botte: 25 giorni di prognosi per un trauma cranico facciale con frattura della piramide nasale e della parete anteriore del seno mascellare sinistro e per lesioni toraciche. E l’avevano fatto, almeno stando alla versione di Domenico C., il 34enne vittima di quel pestaggio brutale, per omofobia. Brutta storia. Su cui, adesso, la polizia ha chiuso le indagini. E chiudendole, sulla base delle testimonianze e degli elementi raccolti dalla squadra volante, oltre che vagliando alcune immagini registrate dalle telecamere puntate su quella porzione di centro e poi valutate dagli specialisti della mobile, ha di fatto accolto la ricostruzione dell’omosessuale originario di Palermo ma da anni residente in città: l’accusa formulata a carico di uno degli aggressori, il 32enne tunisino A.H., anche lui regolarmente residente a Cremona e con la fedina penale già macchiata da qualche piccolo precedente, è infatti di ‘lesioni personali aggravate dal movente della discriminazione sessuale’. Questa è l’ipotesi di reato che si troverà a dover vagliare la procura. Ma che potrebbe anche non reggere.

25 Marzo 2016

Commenti all'articolo

  • mario

    2016/03/26 - 13:01

    Ma pensa, tunisino e con precedenti penali.... mi raccomando: una bella multa (che non pagherà mai) e subito libero: non vorrete mica impedire a questo galantuomo di rendere più corposa la sua fedina, vero?

    Rispondi

  • arcelli

    2016/03/26 - 11:11

    Bella città sicura è diventata Cremona e la giunta che fa? NIENTE,sbaglia anche progetti per le opere pubbliche e deve rendere dei finanziamenti. Il prefetto? Non esiste e fa solo da tour operator a questi miserabili. Guarda caso un tunisino ,ma no dai. Siamo proprio razzisti vero? Io avrei la soluzione per questi schifosi ma non posso scriverla. Solidarietà al ragazzo

    Rispondi

  • renzo

    2016/03/26 - 09:09

    Nei giorni successivi all'aggressione, si sono lette durissime parole di condanna, ora che si sa che a campiere tale gesto e' stato un extracomunitario, sono sicuro che tali parole di condanna saranno piu soft.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000