il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


EDILIZIA SCOLASTICA A CREMONA

Ecco il dossier del rischio. Urgente la messa in sicurezza

E' stata ultimata l'analisi strutturale affidata dal Comune a due società: tutte le operazioni tra materne, asili, elementari e medie

Ecco il dossier del rischio. Urgente la messa in sicurezza

Ecco come si presenta l'interno dell'Anna Frank

CREMONA - Eccolo il dossier del rischio: conclusa la ricognizione, è stata consegnata al Comune l’analisi sullo stato strutturale delle scuole di proprietà dell’ente finalizzata alla programmazione degli interventi di messa in sicurezza ed eseguita da due imprese specializzate, la Tecnoindagini srl che ha provveduto alle verifiche in 21 istituti, e la Mts Engineering srl che si è occupata del monitoraggio in altre nove edifici. Tutto il patrimonio sotto la lente: i nidi San Francesco, Sacchi, Lancetti e Navaroli; le materne Castello, Martini, San Felice, Aporti, Agazzi, Martiri Libertà, Sant’Ambrogio, Zucchi, Gallina, San Giorgio, Villetta, Badia (materna e anche primaria a Cavatigozzi), Boschetto, Lacchini e Santa Caterina; le primarie Boschetto, Manzoni (via Tofane e via Decia), Realdo Colombo, Bissolati, Bianca Maria Visconti, Sant’Ambrogio, Sacchi, Capra Plasio e don Primo Mazzolari; le medie Virgilio, Vida e Anna Frank, vale a dire il polo che aveva fatto scattare l’emergenza dopo che era stato riscontrato un pericolo di cedimento dei solai che, il mese scorso, aveva costretto gli alunni al trasloco forzato. Ma non è quello, secondo il capillare studio tecnico, il solo fronte veramente critico.

14 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000