il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Processo Juliette 96, prime condanne

Giovedì 10 marzo le sentenze per Smerghetto e Pasotti, i bresciani accusati di aver sfruttato o favorito la prostituzione delle ‘ragazze immagine’ nel locale di via Mantova

Processo Juliette 96, prime condanne

Il Juliette 96 di via Mantova

CREMONA - Centoventi euro per «la mera presenza ai tavoli». Se poi la serata finiva ‘sotto le lenzuola’, la tariffa saliva: 400 euro a serata, ma c’è chi si faceva pagare anche mille o duemila euro. E’ il tariffario delle «ragazze giuste» o «ragazze sportive» delle ‘scuderie’ di Emilio Smerghetto e Matteo Pasotti, i bresciani accusati di aver sfruttato o favorito la prostituzione delle ‘ragazze immagine’, per la maggioranza italiane, molte studentesse universitarie, inviate non solo al Juliette 96, il locale di via Mantova frequentato anche da calciatori e e vip, ma anche in altri night del nord Italia. Giovedì 10 marzo sono arrivate le condanne. Smerghetto ha patteggiato 2 anni e 8 mesi di reclusione, pena concordata con il pm Francesco Messina. Pasotti, giudicato con il rito abbreviato, è stato condannato a 2 anni di reclusione contro i due anni e otto mesi chiesti dal pm. Le sentenze sono state emesse dal gup, Andrea Milesi, in udienza preliminare (non è ammesso il pubblico).

10 Marzo 2016

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2016/03/14 - 10:10

    pene esemplari,in pratica non faranno 1 giorno di carcere,un mero processo teorico e fittizio

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000