il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Pescatori di frodo inseguiti e fermati: sequestrati centinaia di metri di reti

Sorpresi a Villanova, scappano con un gommone, bloccati a Polesine: le reti erano piene di pesce poi liberato

Pescatori di frodo inseguiti e fermati: sequestrati centinaia di metri di reti

VILLANOVA - Pescatori di frodo stranieri inseguiti e fermati nella notte fra venerdì 4 e sabato 5 marzo da carabinieri, corpo forestale e guardiapesca volontari. A Soarza, frazione di Villanova lungo il Po, sono stati sequestrati oltre mille metri di reti, già piene zeppe di pesce poi liberato, ma gli stranieri sono riusciti a scappare a bordo di un gommone. Sono stati fermati successivamente nella zona di Polesine Parmense, dal Corpo forestale di Colorno, dove sono stati sequestrati ulteriori 300 metri di reti. I due, moldavi residenti a Parma, hanno licenza di pesca professionale ma non erano autorizzati e utilizzavano comunque reti oltre i limiti consentiti. Sono scattati anche il sequestro del gommone, delle altre attrezzature da pesca e sanzioni per alcune centinaia di euro. A segnalare il saccheggio del Po sono stati i volontari della zona, che da giorni avevano notato accampamenti abusivi e sospetti. Sembra che oltre ai due fermati ci fossero molti altri pescatori, che sono però riusciti a scappare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Marzo 2016

Commenti all'articolo

  • They

    2016/03/06 - 14:02

    Stranieri stranieri sempre stranieri

    Rispondi

  • gianfranco

    2016/03/05 - 20:08

    bravi, bisogna non mollare anzi picchiare sempre più duro. questi sono dei delinquenti e non si fermano davanti a niente. mancano solo le leggi che devono dare un senso agli sforzi fatti, ragazzi non mollate.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000