il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


IMPIANTI SPORTIVI

Campo da calcio del Cambonino, Comune partecipa a bando regionale

Richiesta dei contributi in conto capitale a fondo perduto per la riqualificazione. Gli assessori Virgilio e Platè: "Continuiamo a cercare risorse per patrimonio da anni trascurato"

Campo da calcio del Cambonino, Comune partecipa a bando regionale

Il campo da calcio del Cambonino

CREMONA - Riqualificare il campo da calcio del Cambonino. Il progetto definitivo, proposto dall’assessore al Territorio, all’Area Vasta e alla Casa Andrea Virgilio, è stato approvato dalla Giunta comunale nella seduta di mercoledì 2 marzo e verrà presentato alla Regione Lombardia per l’accesso a contributi in conto capitale a fondo perduto per interventi sugli impianti sportivi di proprietà pubblica. Il costo complessivo dell’intervento è di 500mila euro. Il campo, costituito dal rettangolo di gioco recintato e illuminato oltre che da una palazzina con gli spogliatoi per quattro squadre, è stato oggetto di intervento di riqualificazione nel 2004 con la posa di un manto in erba sintetica che attualmente, a causa di un utilizzo intensivo, risulta essere fortemente consumato, tanto da compromettere l’omologazione per le partite minori. Il progetto approvato, per il quale il Comune concorre al bando regionale, prevede la sostituzione dell’attuale manto con uno di ultima generazione. Un progetto, quello sul campo del Cambonino, che fa parte del complessivo piano di interventi che il Comune di Cremona sta predisponendo per un progressivo miglioramento degli impianti sportivi cittadini che da anni presentano problemi. “Proseguiamo il lavoro finalizzato a portare a casa risorse a fronte di un patrimonio pubblico per anni trascurato”, la dichiarazione dell’assessore Virgilio. “Il campo da calcio del Cambonino - il commento dell’assessore al Welfare con delega allo Sport Platè - è molto utilizzato e da subito ha attirato l’attenzione della Giunta comunale: da troppi anni, infatti, il rinnovo dell’accreditamento del campo per lo svolgimento delle gare è a rischio proprio per le condizioni del manto sintetico. Lo scorso anno, in accordo con l’ente gestore, il Comune aveva realizzato piccoli interventi per garantire lo svolgimento delle attività, tuttavia abbiamo ritenuto indispensabile programmare un intervento strutturale. Il complesso sportivo svolge anche un’importante attività sociale: con l’associazione sportiva Cadasch, ente gestore del campo, è attivo un protocollo di intesa che permette di svolgere interessanti azioni di prevenzione”.

02 Marzo 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000