il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELLEONE

Autovelox sulla Paullese: 1.200 multe in dieci giorni

Un numero incredibile di infrazioni se si considera che il limite è di 90 chilometri orari, in molti fotografati a 115 km/h

Sfreccia a 172 orari sulla Paullesemulta da 828 euro e  patente a rischio

Il rilevatore di velocità installato lungo la Paullese a Castelleone

CASTELLEONE - Nei primi dieci giorni di attivazione, l’autovelox installato a cascina Gallotta ha registrato 1.200 infrazione. Numero pazzesco se si considera che in quel punto il limite di velocità è di 90 chilometri all’ora, non 70 come sulla tangenziale al largo di Crema. I verbali sono in fase di compilazione: verranno recapitati a casa dei trasgressori tra non più di una settimana. E, stando a quanto riferisce il comandante della polizia provinciale, Mauro Barborini, per la maggior parte dei casi non si tratta di sanzioni leggere. «Purtroppo no, la media delle violazioni è di circa 20 chilometri orari oltre il limite prestabilito, quindi significa che in quel punto della Paullese in molti viaggiano a 115-120 all’ora. Decisamente troppo veloce, come si evince dai numerosi sorpassi immortalati nelle nostre immagini».

28 Febbraio 2016

Commenti all'articolo

  • Roberta

    2016/02/29 - 13:01

    come sempre il codice stradale è obbligatorio solo alle auto immatricolate in italia

    Rispondi

  • PFG

    2016/02/29 - 09:09

    La curva seguente è il tratto più pericoloso, devo ammettere però che quando è scorrevole ci si arriva tranquilli ai 100. Giusto il controllo, forse non proprio nella posizione giusta.

    Rispondi

  • Andrea

    2016/02/29 - 01:01

    La verita' sta' nel mezzo.... Bisogna rispettare il codice, ok, ma perche' in tantissimi casi di maleducazione e di infrazione stradale la divisa ci passa sopra...? Semplice, perche' e' scomodo e poco produttivo...mentre un dispositivo dove nessun agente o vigile che sia deve contestare al momento fa molto comodo...e redditizio....

    Rispondi

    • Giampaolo

      2016/02/29 - 13:01

      Di certo il suo commento è giustificabile. Tutto il resto che Lei descrive, fà parte dell'educazione dei singoli. Ma come si possono controllare queste infrazioni? Soltanto gli utenti della strada e la loro educazione può evitare il disagio. Purtroppo gli italiani sono allergici a questa prassi, e la mancanza di rispetto regna sovrana sul codice stradale.

      Rispondi

  • They

    2016/02/28 - 18:06

    Anche questo messo per fare cassa, con le auto di oggi andare a 110 KM/h su un rettilineo non mi sembra un reato, invece si vedono manovre assolutamente pericolose ma mai sanzionate come chi viaggia a luci spente con la nebbia o chi sorpassa in curva

    Rispondi

    • Giampaolo

      2016/02/29 - 13:01

      Campare scusanti sul comportamento altrui, in altre situazioni è segno di scarsa autocritica. Vi è un solo sistema per ovviare, rispettare il codice stradale in ogni sua applicazione. Fare cassa per Lei è un sintomo di frustrazione personale, che non gradisce, ma è l'unico sistema per evitare danni maggiori.

      Rispondi

  • Giampaolo

    2016/02/28 - 17:05

    Mi sembra di leggere tra alcuni giorni, tanti commenti negativi su questo autovelox. Ma domandiamoci, è mai possibile che gli autisti non sono capaci di rispettare il codice stradale? Personalmente transito sovente in questo tratto, ma non supero mai i limiti consentiti. Rispetto sempre la velocità consentita,ed i cartelli indicativi in qualsiasi circostanza. Basta porsi una semplice domanda" DEVO RISPETTARE IL CODICE" Purtroppo la mancanza di rispetto, e non solo in strada, ma nella vita, non fa più parte della cultura e del comportamento italiano .

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000