il network

Giovedì 21 Settembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Cartelle pazze e sanzioni mai avute

Migliaia di atti non recapitati nelle case e in deposito nei Comuni. Da Caorso atti in procura contro Equitalia, anche l'Anci pensa a un ricorso collettivo

Cartelle pazze e sanzioni mai avute

Una cartella esattoriale

MONTICELLI-CAORSO - Cartelle pazze di Equitalia nella Bassa Piacentina: sono migliaia i depositi nei municipi, per presunta irreperibilità dei destinatari che nella maggior parte dei casi neppure sanno di averle ricevute, ma soprattutto ci sarebbero ingiunzioni di pagamento errate perché fanno riferimento a fatti e sanzioni di cui gli utenti non sono a conoscenza. Tanto per dare qualche numero: sono più di mille le cartelle in giacenza a Monticelli, circa 650 a Caorso. E quelle ritirate? In ciascun Comune non arrivano al centinaio, segno evidente che qualcosa non funziona. «Ci sono persone che sono venute a ritirarle perché hanno ricevuto regolare avviso a casa e magari non avevano aperto la porta per paura di truffe — spiega il sindaco monticellese Michele Sfriso —, ma altri si sono lamentati di non aver ricevuto né gli avvisi né la successiva raccomandata».

18 Febbraio 2016