il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Viabilità, nuovi permessi e altri 130 posti auto per residenti nell'area C

Ecco i prossimi passaggi di attuazione del Piano della sosta e della mobilità: cosa cambia e le tariffe

Viabilità, nuovi permessi e altri 130 posti auto per residenti nell'area C

La commissione Bilancio di mercoledì 3 febbraio

CREMONA - Dopo il via libera della Giunta la scorsa settimana, sono approdate mercoledì 3 febbraio in Commissione consiliare Bilancio, presieduta dal consigliere Roberto Poli, la proposta di delibera riguardate i permessi per residenti nella zona a particolare rilevanza urbanistica (ZPRU) e quella sui permessi a pagamento. Nel corso della seduta, l'assessore Alessia Manfredini ha presentato una serie di proposte per migliorare la gestione dei permessi.

Nella sua premessa, l'assessore ha sottolineato che il Piano della sosta e della mobilità, approvato nel luglio 2015, è in fase di attuazione con l'obiettivo di offrire nuove opportunità di parcheggio per i residenti ma anche per lo shopping in centro, attraverso i parcheggi ad alta rotazione, che stanno funzionando. Dopo la prima fase, nella quale sono state istituite nuove aree pedonali (corso Mazzini, largo Boccacino e corso Garibaldi presidiata con nuovo varco), modificati gli orari dei varchi di piazza Roma e via Verdi (attivi durante i giorni feriali dalle 9-16) mentre i restanti 7 varchi sono attivi 0-24.

Si è proceduto con la riorganizzazione delle aree riservate ai residenti in area A, B, C con l'estensione dei diritti di accesso e sosta a tutte le famiglie residenti nella zona a particolare rilevanza urbanistica (ZPRU). Per agevolare ulteriormente questi cittadini, l'assessore Alessia Manfredini ha anticipato che nelle prossime settimane verranno istituiti altri 130 posti riservati ai residenti in area C, in viale Trento Trieste, via Bissolati, via Magenta, via Garibotti e via Antica Porta Tintoria.

Con il passaggio alla seconda fase si rende necessario consolidare i parcheggi ad alta rotazione, il controllo on line dei varchi della Ztl, l'estensione delle aree pedonali e attivare nuove modalità per il rilascio dei permessi, smart e funzionali. Saranno infatti colorati, con QR code, logo con ologramma per favorire un maggiore controllo e riporteranno la classe dell'automobile. Con il nuovo sistema viene potenziata la comunicazione con i cittadini: infatti, al momento del rinnovo, si dovrà comunicare telefono e mail per poterli informare tempestivamente. A metà febbraio, per accompagnare la fase di rinnovo e conversione dei permessi, sarà attivata una specifica campagna informativa che proseguirà fino a giugno.

Con la prima delibera consiliare viene confermata la gratuità del rilascio dei permessi per residenti o domiciliati all'interno della ZPRU provvisti di posto auto/autorimessa in area privata. Non cambiano le modalità: una sola autorizzazione per nucleo famigliare con l’indicazione di massimo due targhe per ogni contrassegno. Definito il minimo e il massimo dei nuovi importi per le tariffe agevolate per i residenti (che dovranno poi essere stabiliti con deliberazione di Giunta): tariffa oraria (di nuova istituzione) da 0,5 euro a 0,7 euro all'ora, abbonamento mensile da 30 euro a 35 euro e l'abbonamento annuale da 300 a 350 euro. Per la prima volta, vengono previste agevolazioni dal 20% al 30% per i residenti richiedenti che hanno un ISEE basso e per quelli che possiedono un veicolo a ridotto impatto ambientale.

La seconda delibera riguarda i permessi a pagamento: non cambia nulla per le categorie economiche (attività commerciali, artigiani, giornalisti, medici e amministratori pubblici) mentre variano leggermente i costi per i permessi provvisori a pagamento (cantieri e attività occasionali) che vengono portati da una tariffa minima di 5 euro a una massima di 15 euro (senza costi di marca da bollo e diritti di segreteria). Anche in questo caso, attenzione all’ambiente con l’aumento del risparmio (da 20% a 30%) per chi possiede veicoli a basso impatto ambientale. Infine, viene introdotto in via definitiva il titolo abilitativo a tempo, gratuito e provvisorio, per gli enti istituzionali utilizzabile solo per lo svolgimento delle attività legate al servizio con l'obbligo di esposizione del pass.

"Passaggi coerenti con il Piano approvato lo scorso luglio – ha dichiarato l'assessore Alessia Manfredini - necessari per completare la riorganizzazione della sosta per i residenti. Vengono mantenuti i permessi gratuiti per i residenti per sostare nei parcheggi gialli (si paga solo la marca da bollo ministeriale) invece sulle strisce blu vengono ritoccate le tariffe dopo 12 anni, ma nel contempo vengono inserite nuove agevolazioni per chi ha un Isee basso e per chi possiede mezzi ecologici”.

03 Febbraio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000