il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Evade dai domiciliari: questa volta finisce in carcere

Il marocchino 38enne aveva minacciato il vigilantes del Carrefour e sfondato la porta di casa dell'ex fidanzata

Evade dai domiciliari: questa volta finisce in carcere

Il marocchino 38enne con due poliziotti

CREMONA - Due settimane fa, dopo essere stato scoperto e denunciato a piede libero per un furto al Carrefour di piazza Lodi, era tornato al supermercato e aveva minacciato con un coltello l’addetto alla sicurezza che lo aveva sorpreso, collezionando una nuova segnalazione alla procura. Pochi giorni dopo, il 12 gennaio, era stato bloccato e arrestato dalla polizia mentre, palesemente alterato, tentava di sfondare la porta dell’abitazione della ex fidanzata ucraina, un appartamento di via Vittori: lui, una furia; e lei, barricata in casa col fratello. Era finito in manette, in quell’occasione, il 38enne marocchino Talbe El Hadj. E poi, per la ‘tentata violazione del domicilio’ dell’ex compagna che lo aveva lasciato a Capodanno, condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione da scontare ai domiciliari. Solo che lo straniero, da anni residente a Cremona, ai domiciliari è rimasto per poco. Non c’era, mercoledì 20 gennaio, quando la squadra volante ha eseguito la verifica di rito. Lo hanno rintracciato poco dopo, gli stessi agenti, in giro per la città. E così l’immigrato è stato arrestato un’altra volta. Per ‘evasione’. In violazione degli obblighi decisi dal tribunale. Giudicato con rito direttissimo, convalidato l’arresto, è stato nuovamente condannato. A un anno e quattro mesi. Da trascorrere nel carcere di Cà del Ferro, questa volta. Dove è già stato tradotto.

22 Gennaio 2016

Commenti all'articolo

  • Giorgio

    2016/01/22 - 22:10

    Io metterei in galera anche quel pirla che gli ha concesso i domiciliari!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000