il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Messa in sicurezza, il Tar: 'Tamoil versi 7 milioni al Comune'

Il tribunale di Brescia ha rigettato il ricorso presentato dalla società petrolifera contro l'amministrazione comunale

Difficile il rapporto tra Tamoil e la città

CREMONA - La raffineria Tamoil dovrà versare al Comune una cauzione di 7 milioni di euro su un totale di 14 milioni, il costo complessivo degli interventi di messa in sicurezza. Lo ha deciso il Tar di Brescia, che ha rigettato il ricorso presentato dalla società petrolifera contro l’amministrazione comunale, condannandola, inoltre, al pagamento di 2.500 euro di spese di giudizio a favore del Comune.

Tamoil aveva chiesto al Tar l’annullamento del decreto con cui il dirigente del Settore Lavori pubblici, Mobilità e Ambiente aveva determinato l’importo della garanzia finanziaria in misura pari al 50 per cento dei costi degli interventi di messa in sicurezza operativa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

18 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000