il network

Sabato 26 Maggio 2018

Altre notizie da questa sezione

in corso:

Blog


ALTA VALCAMONICA

Frana vicino all'Aprica, salvi due turisti cremonesi

Distaccamento di uno sperone roccioso, alcuni grossi massi hanno trascinato sulla strada alberi, arbusti e sassi: i due cremonesi soccorsi insieme a otto residenti di Sant'Antonio, frazione di Corteno Golgi

Frana vicino all'Aprica, salvi due turisti cremonesi

La strada in cui si è verificata frana vicino all'Aprica

CORTENO GOLGI (Brescia) - Paura per due turisti cremonesi e otto anziani residenti di Sant'Antonio (frazione di Corteno Golgi posta sulla strada per il passo dell'Aprica, nell'Alta Valcamonica) a causa di una frana che ha trascinato terra, massi e alberi per circa duecento metri. Le dieci persone vicine al luogo del disastro se la sono vista brutta, ma sono fortunatamente illese.

Il collasso di uno sperone roccioso è avvenuto nella notte tra sabato 9 e domenica 10 gennaio sulla strada che collega Corteno alla statale dell'Aprica. Intorno alle 3 di notte, l'ora in cui è stato lanciato l'allarme ed è stato udito il fragore della frana, circa 300 metri cubi di materiale (abeti, arbusti, sassi e terra) sono stati trascinati sull'asfalto e nel torrente da grossi massi che si sono staccati dalla montagna.

La macchina dei soccorsi - 118, vigili del fuoco, carabinieri e protezione civile - si è messa immediatamente in movimento. Le unità cinofile hanno stabilito che non vi erano persone rimaste travolte dalla frana e con la luce del giorno si è provveduto a perfezionare i soccorsi. I turisti cremonesi hanno lasciato il paese a bordo di un elicottero dei pompieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

11 Gennaio 2016