il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rapina con il prosecco alla Admiral, arrestati due marocchini

I malviventi sono entrati nella sala giochi utilizzando come arma una bottiglia da un litro e mezzo e camuffati con sacchi neri dell'immondizia

Rapina con il prosecco alla Admiral, arrestati due marocchini

Polizia e carabinieri con bottiglia e sacchi usati per la rapina

CREMONA - Armati di una bottiglia vuota di prosecco hanno fatto irruzione nella sala giochi Admiral di piazza Roma racimolando un bottino superiore a 3.000 euro. La loro fuga, però, è durata poco e due marocchini sono stati arrestati da polizia e carabinieri appena dopo essersi spartiti il denaro.

In cella sono finiti A.Y. (22enne, residente a Milano con regolare permesso di soggiorno) e E.M. (18enne, residente a Cremona ma di fatto senza fissa dimora anch'egli in regola con i documenti). Quest'ultimo, per altro, già noto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti.

I fatti si sono svolti alle 2.50 di martedì 5 gennaio. E' stato un dipendente della sala giochi a telefonare alla polizia. Gli agenti sono arrivati in piazza Roma e hanno raccolto la testimonianza dell'uomo che ha raccontato di due uomini camuffati con sacchi neri dell'immondizia e armati di una bottiglia da un litro e mezzo di prosecco. Il dipendente ha spiegato di essere stato strattonato e gettato a terra prima di consegnare le chiavi delle slot ai malviventi. I marocchini, dopo aver prelevato il denaro, si sono portati via anche il cassetto della cassa.

Mentre i poliziotti raccoglievano elementi all'interno dell'Admiral, i carabinieri iniziavano la caccia ai rapinatori nelle strade limitrofe. Poco dopo è arrivata una segnalazione di un cittadino residente in via Cappelletti, dietro palazzo Cittanova. Il cremonese, ha raccontato aver sentito alcuni rumori in strada e avere visto due uomini che maneggiavano molto denaro.

Gli agenti sono piombati in via Cappelletti e hanno subito arrestato A.Y. (per il quale è stata anche avviata la procedura per il foglio di via) il quale aveva addosso 1.870 euro. I carabinieri, pochi istanti più tardi, hanno individuato e arrestato il complice con in tasca 1.300 euro. Tutto il denaro è stato restituito e il dipendente della sala giochi ha riconosciuto nei due arrestati le persone che, poco prima della rapina, erano entrati alla Admiral per bere un birra ed effettuare, evidentemente, un sopralluogo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Gennaio 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000