il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA E PROVINCIA

I bus cremonesi parlano tedesco, Arriva rileva il 51% di Km

La società dalla Deutsche Bahn (ferrovie tedesche) ora possiede l'intero capitale della società di trasporto pubblico locale, l'ad Montanari: 'Iniziative innovative di mobilità e sviluppo di servizi sempre più sostenibili'

bus autobus

CREMONA - Arriva Italia – Gruppo inglese che nel 2010 è stato acquisito dalla tedesca Deutsche Bahn, diventando uno dei leader mondiali nei servizi di trasporto passeggeri – si è aggiudicata la gara indetta da AEM Cremona Spa per l’acquisizione del 51% di KM SpA, società di trasporto pubblico locale.

Arriva Italia – che già possedeva il 49% di KM SpA – detiene ora il 100% del capitale della società, che, dal 1° febbraio 2013, gestisce in ATI con Autoguidovie, Line, Star e Miobus il servizio della provincia di Cremona e Crema.

KM SpA – con un fatturato di circa 11 milioni di euro annui, una flotta di oltre 100 autobus e 111 dipendenti – si occupa in modo particolare del servizio di trasporto extrarurbano dell’area sud-est della provincia e del servizio urbano della città di Cremona.

Arriva – con 55 mila addetti totali – trasporta ogni anno 2,2 miliardi di passeggeri in 14 paesi generando ricavi annui per oltre 4 miliardi di euro e offre soluzioni modali su gomma e su ferro, principalmente riferite a servizi di trasporto pubblico locale.

In Italia, Arriva oggi è tra i primi operatori nel settore del Trasporto Pubblico Locale su gomma, con circa 100 milioni di km di percorrenza annua e 340 milioni di euro di ricavi gestiti, con circa 3.400 dipendenti e una flotta di oltre 2.300 autobus.

Oltre a Cremona, Arriva Italia opera con società controllate in Lombardia, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia-Giulia e in joint ventures con Enti Locali a Trieste e Como.

“Siamo molto orgogliosi di questa acquisizione – commenta Leopoldo Montanari, amministratore delegato Arriva Italia – che conferma l’impegno del nostro Gruppo a investire nel territorio, in un virtuoso e proficuo rapporto con le amministrazioni locali, come in questo caso, con il Comune e la Provincia. Questa acquisizione si inquadra perfettamente nel piano di sviluppo di Arriva in Italia, sia nel settore gomma sia nel settore ferro: un’operazione, molto interessante, che si è presentata dopo un periodo di scarse opportunità per operazioni di crescita esterna nel settore del trasporto pubblico in Italia. Siamo pronti per dare vita a Cremona, capitale della musica e importante città d'arte, a iniziative innovative di mobilità e allo sviluppo di servizi sempre più sostenibili, in linea con gli standard che connotano il nostro Gruppo.”

29 Dicembre 2015

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2016/01/05 - 20:08

    speriamo per gli autisti di km, visto che gli stipendi medi tedeschi sono un pochino più rivalutati dei nostri, che i nuovi proprietari tengano conto anche di questo.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000