il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ospedale, concorso per chirurgo: l'esame finisce in procura

Esposto all'autorità giudiziaria dopo l'autodenuncia di un candidato: 'Bocciato anche se conoscevo in anticipo i contenuti delle prove'

Ospedale, concorso per chirurgo: l'esame finisce in procura

L'ospedale di Cremona

CREMONA - Esame prima interrotto e poi annullato ed esposto all’autorità giudiziaria. E’ finito così il concorso bandito dagli Istituti Ospitalieri di Cremona per l’assunzione a tempo indeterminato di un chirurgo. Per il posto si sono fatti avanti 68 medici, di cui 41 uomini e 27 donne. Tre, come sempre in questo genere di procedure, i test in programma: scritto (relazione su un caso clinico o soluzione di una serie di quesiti), pratico (tecniche chirurgiche) e orale.

Il 16 dicembre scorso, nell’aula magna del Maggiore, si sono ritrovati, a quanto pare, una ventina dei concorrenti iscritti. Stando a quanto trapela, uno dei partecipanti, che aveva superato l’esame scritto ma non quello pratico (e, quindi, non era stato ammesso all’orale), avrebbe sostenuto di essere stato bocciato nonostante conoscesse in anticipo il contenuto della prova. Una specie di auto-denuncia pubblica. Non c’è la conferma che le cose siano andate effettivamente così, fatto sta che è scattato l’allarme. Ora verrà pubblicato un altro bando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

28 Dicembre 2015

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    2015/12/29 - 14:02

    Dunque l'autodenuncia è stata fatta dopo l'esclusione del candidato, non prima, e sicuramente non per amore della legalità e dell'imparzialità della pubblica Amministrazione. Le procedure truccate, quindi, vanno denunciate solo quando vanno a proprio svantaggio...... Che bell'esempio. Poi ci si lamenta che i migliori chirurghi e ricercatori trovano lavoro all'estero.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000