il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MULTIUTILITY

Il Pd: sì all'alleanza tra Lgh ed A2A

Comunicato dei Democratici a firma del segretario cittadino Roberto Galletti e del capogruppo Rodolfo Bona

Fusione gruppo LGH - A2AL'intervento di Toninelli (M5S)

La sede di Lgh a Cremona

CREMONA - Il Partito Democratico sostiene convintamente la partnership tra LGH e A2A. Tale convinzione deriva da un lungo percorso condiviso con tutti territori della holding (Franciacorta, Pavia, Lodi, Crema e Cremona). Un percorso che non porta, come è stato erroneamente affermato, né a vendite né a privatizzazioni, bensì ad un'alleanza tra diverse realtà territoriali ed industriali. L'importante scelta che oggi ci apprestiamo a compiere è un indirizzo strategico, frutto di un dibattito politico, meditato ed articolato, che ha avuto come obiettivo, quello di pervenire a scelte che mirano a rafforzare l'azienda ed il nostro territorio, in un'ottica di alleanza tra aree omogenee, garantendo innovazione e competitività e, al contempo, rispetto degli interessi della nostra comunità e dei suoi cittadini. Il piano industriale infatti è stato costruito su principi di mantenimento dell’identità e della riconoscibilità sui territori delle imprese esistenti e prevede il miglioramento degli standard di qualità e dei livelli di efficienza gestionale dei servizi, la salvaguardia dei livelli occupazionali e dell’indotto locale, il mantenimento e la valorizzazione dei marchi esistenti e dei punti di contatto con gli utenti, la valorizzazione degli investimenti sul territorio e il riconoscimento dell'autonomia nei criteri di allocazione degli investimenti nelle diverse linee strategiche, l'assegnazione alle società territoriali del ruolo di polo per lo sviluppo e l'implementazione di nuovi progetti di aggregazione dell’ambito territoriale di riferimento e la valorizzazione dei livelli occupazionali. Si tratta insomma di un piano serio e lungimirante, che conforta le scelte degli amministratori pubblici che oggi sono chiamati a tutelare il patrimonio affidato loro dai cittadini, garantendo al contempo servizi più efficienti e competitivi sul mercato europeo. Nel centenario dell'Azienda Elettrica si compie oggi un nuovo rilevante passo nella direzione di assicurare ai cittadini cremonesi sempre miglior qualità dei servizi, evitando allo stesso tempo una privatizzazione che guarderebbe più al profitto che ai bisogni delle famiglie e delle imprese. Ad operazione conclusa Cremona sarà protagonista di un nuovo e coeso sistema lombardo, che vedrà legati più territori al fine di costruire nuove strategie di sviluppo nell'esclusivo interesse delle comunità locali.

Roberto Galletti (Segretario cittadino PD), Rodolfo Bona (Capogruppo PD)

17 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000