il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Inceneritore, le anomalie ora al vaglio della procura

La regione ha diffidato la società Linea Reti e Impianti srl (ex Aem Gestioni srl) che gestisce l'impianto, l'assessore Terzi: "Gli atti sono stati trasmessi all'autorità giudiziaria per le valutazioni conseguenti"

Ispezione all'inceneritore. L'Arpa riscontra anomalie

L'inceneritore di Cremona

CREMONA - La giunta regionale della Lombardia ha diffidato la società Linea Reti e Impianti srl (ex Aem Gestioni srl), che gestisce l'impianto di incenerimento di Cremona, per inosservanza delle prescrizioni autorizzatorie. A darne notizia, una nota dell'assessorato regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, guidato da Claudia Maria Terzi. "Gli atti - ha detto l'assessore - sono stati trasmessi all'autorità giudiziaria per le valutazioni conseguenti. Allo stato attuale le emissioni risultano rientrate nei parametri"

I fatti contestati, secondo la relazione dell'Arpa, risalirebbero al periodo compreso tra il 4 settembre 2013 e il 1 settembre 2015 e riguarderebbero un'anomalia nell'elaborazione delle misure di polveri per entrambe le linee, che, a causa di un erroneo inserimento della retta di taratura, sarebbero stati sottostimati.

Dalle ispezioni dell'Arpa è emerso che l'unico periodo in cui è stato effettivamente riscontrato un superamento del limite giornaliero alle emissioni è stato quello sulla linea 2, dal 22 al 24 dicembre 2014 in occasione di un guasto a una sezione dell'impianto di abbattimento (filtro a maniche); sul diario di conduzione dell'impianto delle giornate prima citate i capiturno avevano segnalato gli elevati e anomali valori di estinzione (fuori scala), valori che non venivano correlati pero' ad un'alta presenza delle polveri; di conseguenza non e' cessata l'alimentazione rifiuti come avrebbe dovuto accadere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000