il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


ROBECCO D'OGLIO

Colpo in casa dell’ex carabiniere. Via con la cassaforte, rubato l’oro

Il mistero dei segni lasciati sui campanelli, è allarme in paese. Indaga l’Arma

Colpo in casa dell’ex carabiniereVia con la cassaforte, rubato l’oro

ROBECCO — Il padrone di casa non c’è e i ladri fanno irruzione nell’abitazione nei pressi del centro, rimuovono la cassaforte a muro contenente oggetti in oro e gioielli per poi fuggire senza lasciar traccia. Sgomento e preoccupazione, nella tarda mattinata di venerdì per un carabiniere in pensione: una volta rientrato a casa, infatti, il proprietario non ha potuto far altro che constatare il furto e segnalare l’accaduto all’Arma di Robecco d’Oglio. Un colpo che si teme possa non essere un caso isolato. Sale l’allerta in paese, in quanto da circa una settimana in via Bissolati e via Garibaldi sono visibili alcuni segni a matita sui campanelli. Un codice ben preciso utilizzato dalla gang oppure una semplice coincidenza? Il furto messo a segno venerdì ha coinvolto un’abitazione non contrassegnata, ma l’attenzione rimane comunque alta.
Residente a Robecco con la moglie, l’ex carabiniere è persona conosciuta in paese. Il fatto che i ladri abbiano colpito in pieno giorno, lascia intendere che conoscessero i movimenti e le abitudini dell’uomo. La casa non possiede l’allarme, né utilizza un sistema di videosorveglianza. Tuttavia, nonostante l’incursione sia avvenuta in pieno giorno, nessuno si è accorto di nulla. Nemmeno il rumore dello scalpellare che ha portato i ladri a rimuovere la cassaforte del vano a muro è stato udito dai vicini. Allertati una volta scoperto l’accaduto, ad indagare sulla dinamica sono ora i carabinieri di Robecco d’Oglio.
Circa una settimana prima del furto, un residente di via Bissolati ha però notato alcune scritte riportate a matita sul proprio campanello. Insospettito dalla cosa, l’uomo ha percorso a ritroso il resto della via, notando segni simili agli ingressi delle altre abitazioni. La stranezza è stata segnalata all’amministrazione comunale che ha invitato l’uomo a rivolgersi direttamente ai carabinieri. Di riscontri oggettivi al momento non ce ne sono e il collegamento tra il furto e i segni resta un’ipotesi anche se l’allerta, soprattutto nelle due vie contrassegnate, rimane alta.

08 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000