il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Quartiere Castello, in arrivo nuovi alberi

Rimosse 103 ceppaie e successiva messa a dimora di altrettante essenze arboree

Quartiere Castello, in arrivo  nuovi alberi

I giardini di piazza Castello

CREMONA - Al via, nei prossimi giorni, l'intervento che permetterà di procedere alla piantumazione di alberature nel quartiere Castello. La spesa complessiva prevista è di poco superiore ai 31mila euro. E' infatti avvenuta l'aggiudicazione alla ditta che provvederà innanzitutto alla rimozione di 103 ceppaie, alla verifica della presenza di sottoservizi e, successivamente, alla messa a dimora di altrettante essenze arboree. In carico alla ditta vi è anche l'obbligo di garantire, per i due anni successivi alla piantumazione, l'attecchimento nonché l'innaffiamento in primavera ed estate.

“Un intervento atteso da tempo dai residenti - dichiara al riguardo l'assessore al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini - giustamente attenti e legati al verde della loro zona. Per questo motivo l'Amministrazione, una volta completate le attività preliminari, recepirà le eventuali segnalazioni rispetto al posizionamento delle piante se diverso dall'impianto esistente. Il tutto dovrebbe essere completato tra i prossimi mesi di gennaio e febbraio”.

Continuando un programma iniziato tempo addietro addietro e finalizzato a garantire la biodiversità nel quartiere, le essenze messe a dimora saranno di tipologia diversa rispetto alle robinie esistenti ed avranno una circonferenza di 20/25 cm, quindi a pronto effetto. Nelle varie vie saranno messe a dimora essenze adatte per le alberature stradali in quanto hanno una chioma contenuta, non richiedono frequenti interventi di manutenzione ed hanno uno sviluppo delle radici contenuto e non invasivo.

Nel quartiere Castello, in questi ultimi anni, sono stati abbattute diverse piante a causa di disseccamenti o per problemi relativi alla loro stabilità. Di conseguenza le alberature si sono notevolmente diradate. Inoltre, le essenze presenti sono costituite quasi esclusivamente da robinie che, in molti casi, raggiungono i sessanta anni di vita, richiedono un monitoraggio continuo per prevenire cadute ed interventi manutentivi frequenti per la loro messa in sicurezza.

APRI IL PDF CON LA PLANIMETRIA 

07 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000