il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Unione Lgh-A2A, la gara pubblica non è necessaria

E' arrivato il terzo parere legale richiesto dai soci di Lgh sull'aggregazione con A2A

Fusione gruppo LGH - A2AL'intervento di Toninelli (M5S)

CREMONA - E' arrivato il terzo parere legale richiesto dai soci di Lgh sull'aggregazione con A2A. Secondo l'avvocato Fabio Giuseppe Angelini, per il 'matrimonio' con A2A non bisogna passare attraverso una gara pubblica perché non si tratta di un'operazione di vendita pura e semplice. E oggi (martedì 1 dicembre) si riunisce il consiglio d'amministrazione di Cogeme-Rovato.

«Lgh resta comunque un’azienda sana e vitale - afferma l'ad di Lgh Franco Mazzini - abbiamo previsto nel 2016 operazioni industriali che ci porteranno a recuperare il Mol perduto». I partiti di minoranza vi attaccano dicendo che siete un’azienda ‘seduta’, ‘imballata’.
«Chi lo afferma non ci conosce come dovrebbe. Tutte le aziende di servizi pubblici locali stanno vivendo un momento di ripensamento del proprio modello di sviluppo e anche Lgh lo sta facendo con impegno. Stiamo lavorando per efficientare e ridurre i costi di struttura, migliorare la qualità dei servizi e pensarne di nuovi, dare maggiore spazio all’innovazione tecnologica, cercare alleanze».

L'intervista completa su La Provincia di mercoledì 3 dicembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

01 Dicembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000