il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Incastrato da un calzino, ladro arrestato ed espulso dall'Italia

Condannato a due anni, il furto è stato commesso martedì 17 novembre al Cambonino

Incastrato da un calzino, ladro arrestato ed espulso dall'Italia

L'albanese in attesa del giudizio

CREMONA - Incastrato da un calzino blu con i fiorellini rosa il ladro che nel pomeriggio di martedì 17 novembre in compagnia di un complice ha commesso un furto in un appartamento al Cambonino e per il quale è stato condannato a due anni di reclusione. Gjon Laska, 29 anni di origini albanesi è già stato espulso dal nostro paese. La polizia sta indagando per arrivare al complice che è riuscito a fuggire e su un altro colpo avvenuto nello stesso giorno che potrebbe essere riconducibile agli stessi autori.

I fatti. Martedì intorno alle 18.30 arrivano due segnalazioni alla questura. La volante si precipita sul posto e intercetta due persone che scappano. L'albanese, fermato, ha raccontato che stava correndo al CremonaPo per fare la spesa. In tasca aveva un cacciavite compatibile con la forzatura della porta, ma soprattutto il calzino utilizzato come contenitore per la refurtiva. L'indumento, fotografato dalla questura e inviato via Whatsapp, è stato mostrato alla vittima del furto che lo riconosciuto come uno dei propri.

Nella direttissima, celebrata nella mattinata di giovedì 19 novembre, l'albanese è stato portato davanti al giudice Maria Stella Leone che lo ha condannato a due anni. I ladro è poi stato condotto davanti al giudice di pace Daniela Badini che ha convalidato il nullaosta della prefettura all'espulsione.

Leggi di più su La Provincia di venerdì 20 novembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

19 Novembre 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/11/20 - 06:06

    Espulso a calci in c..o sarebbe meglio...

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000