il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Truffa del resto a Il BonTà. Incastrata la 'specialista'

Raggiro sventato dagli uomini della squadra mobile che hanno bloccato la donna dopo il raid tra gli stand

Truffa del resto a Il BonTà. Incastrata la 'specialista'

Un'auto della polizia

CREMONA - Stavolta la classica ‘truffa del resto’ non è andata in porto. Merito del servizio di sorveglianza gestito dalla polizia, in divisa e in borghese, tra i padiglioni de Il BonTà: è lì, lo scorso fine settimana, che una romena classe 1961 ha tentato di raggirare due degli espositori. In entrambi i casi comprando merce per pochi euro e pagando con una banconota da cinque ma assicurando invece all’operatore, approfittando della ressa del momento, di aver consegnato un pezzo da venti. Non c’è riuscita nella prima circostanza, c’è riuscita nella seconda. Solo che pochi passi dopo il colpo si è ritrovata di fronte gli agenti della squadra mobile: insospettiti da un diverbio fra la straniera e la prima espositrice approcciata, l’avevano seguita e, quando il raggiro è andato in porto, si sono trovati al posto giusto nel momento giusto. E l’immigrata non ha avuto margini: è stata denunciata a piede libero per ‘truffa’ e ne dovrà rispondere alla magistratura. Durante l’identificazione è emerso anche un precedente penale per clonazione di carte di credito. E adesso, l’attenzione si sposta sul fine settimana e sulla Festa del Torrone: anche lì, vista la confusione, presumibilmente gli specialisti del raggiro si muoveranno fra la gente. Prudenza e guardia alta sono necessarie. E le forze dell’ordine sono già in allerta.

18 Novembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000