il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


STAGNO LOMBARDO

Sesso con 16enne, ricattato dallo zio dell'adolescente: arrestato

Vittima dell'estorsione l'edicolante del paese (al vaglio anche la sua posizione) che ha confermato di avere avuto un rapporto con il minorenne. Il parente del ragazzo voleva 1.800 euro in cambio del silenzio e ha minacciato di morte l'esercente

Sesso con 16enne, ricattato dallo zio: arrestato un marocchino

STAGNO LOMBARDO - Ha estorto denaro all'edicolante di Stagno Lombardo in cambio del silenzio su un rapporto sessuale avuto dall'uomo con il nipote minorenne ed è stato arrestato.

La vicenda - dai contorni ancora da chiarire, visto che rimane al vaglio la posizione dell'edicolante in merito all'induzione alla prostituzione - si è svolta a cavallo del fine settimana fino a culminare con la direttissima per la convalida dell'arresto che si è svolta nella mattinata di martedì 10 novembre.

Sabato 7, il 16enne, di nazionalità marocchina, si reca in edicola e propone all'edicolante un rapporto sessuale (gratuitamente secondo l'uomo). I due vanno a casa dell'edicolante e consumano il rapporto. Dopo alcune ore, presso la rivendita, si presenta lo zio dell'adolescente, un 46enne anch'egli di nazionalità marocchina. Poche parole, ma chiare: 'Sei andato con mio nipote, o mi dai 1.800 euro o ti ammazzo'. L'edicolante consegna 300 euro al marocchino, ma evidentemente non bastano. L'uomo, impaurito, decide di raccontare tutto ai carabinieri.

L'edicolante conferma ai militari di aver fatto sesso col 16enne, non in cambio di denaro e di essere minacciato dallo zio. A quel punto, gli uomini dell'Arma pianificano la trappola. Lunedì 9, l'edicolante dà appuntamento al marocchino per la consegna dei soldi, si reca in banca per ritirare 1.500 euro e all'uscita li consegna allo zio del giovane. I carabinieri della stazione di San Daniele Po, guidati dal maresciallo Nazzareno D'Errico, sono già appostati e fanno scattare le manette avvertendo il pm di turno Carlotta Bernardini.

Martedì 10, in tribunale, l'udienza di convalida dell'arresto davanti al giudice Maria Stella Leone al pm Silvia Manfredi. Arresto convalidato con l'avvocato Franco Bonfanti che chiede i termini a difesa. Processo fissato per giovedì 12 alle 15.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Novembre 2015

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2015/11/10 - 18:06

    Bruciare questi due luridi pedofili bastardi dentro la stessa edicola...altro che processi e buffonate simili!!! Pulizia radicale di questa "disumanità" deviata che altri deviati si ostinano a farci accettare per normale!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000