il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ECONOMIA CREMONESE

Confagricoltura Lombardia e Coldiretti unite contro il prezzo del latte

Iniziato lo stato di agitazione dei produttori con una prima serie di iniziative di protesta che si terranno da venerdì 6 a mercoledì 11 novembre. Il comunicato della Libera e l'intervento del ministro Martina

Confagricoltura Lombardia e Coldiretti unite contro il prezzo del latte

Un presidio di produttori di latte

CREMONA - Ha preso il via lo stato di agitazione dei produttori contro il prezzo basso del latte. Confagricoltura Lombardia e Coldiretti hanno deciso di organizzare una serie di iniziative comuni di protesta. Coldiretti si occuperà di un presidio presso il polo logistico di Lactalis a Ospedaletto Lodigiano - Casalpusterlengo, che si terrà dalla tarda nottata di venerdì 5 sino al pomeriggio di domenica 8 novembre. Confagricoltura Lombardia organizzerà invece un presidio di allevatori presso lo stabilimento Lactalis di Corteolona (Pavia), in Via Caduti per la Pace, 17. Il presidio durerà 3 giorni, da lunedì 9 novembre a mercoledì 11 novembre dalle ore 8.30 alle 17 (l'orario è indicativo). Nel dettaglio:

  • lunedì 9 novembre – presidio della Libera con Brescia, Bergamo, Mantova, Milano-Lodi, Pavia, Como e Varese di supporto;
  • martedì 10 novembre – presidio di Confagricoltura Mantova con Brescia, Bergamo, Cremona, Milano-Lodi, Pavia, Como e Varese di supporto;
  • mercoledì 11 novembre – presidio di Confagricoltura Brescia con Mantova, Bergamo, Cremona, Milano-Lodi, Pavia, Como e Varese di supporto.
  • Secondo le indicazioni degli organizzatori indicativamente al presidio dovrà essere garantita la presenza di almeno 120 persone, per cui all’Unione di riferimento per la giornata è attribuita una quota di 60 presenze, mentre le rimanenti saranno distribuite tra le altre Unioni. I manifestanti dovranno essere dotati di bandiere, cappellini, striscioni ed eventuali cartelli riportanti le motivazioni della protesta.
  • Questo il comunicato della Libera Agricoltori di Cremona: "Aggiornamento sulla situazione latte dopo che durante l’Internazionale del bovino da latte ha tenuto banco la questione del prezzo troppo basso. Italatte dopo aver fatto sapere che per i mesi di ottobre, novembre e dicembre avrebbe praticato i seguenti prezzi: 33,3; 33,1 e 32,9, sotto la pressione degli allevatori, ha corretto il tiro confermando anche per ottobre il prezzo di 33,9 centesimi al litro e sospendendo la indicizzazione al mercato tedesco. Il presidente della sezione latte di Confagricoltura, Luigi Barbieri, ha preso atto della decisione dell’industria e “sulla presa di coscienza che non si può continuare a ribassare il prezzo del latte; ma quanto proposto è ancora insufficiente perché si sta parlando di prezzi insostenibili per gli allevatori”. E questo dura ormai da un anno. Al Ministero dell’Agricoltura è stato spostato il tavolo del latte al giorno 12 e intanto gli agricoltori si stanno organizzando per scendere in piazza e manifestare il loro malessere. E lo stanno facendo di comune accordo: Confagricoltura e Coldiretti lombarde si sono accordate per presidiare due poli importanti per Lactalis: da venerdì pomeriggio a domenica presidio presso il centro logistico di Casalpustrerlengo – Ospitaletto lodigiano e da lunedì a mercoledì il presidio si terrà presso lo stabilimento produttivo di Corteolona in Provincia di Pavia. Il primo dei due eventi sarà coordinato da Coldiretti ed il secondo da Confagricoltura Lombardia. In ognuno dei presidi sarà comunque garantita la rappresentanza di entrambe le organizzazioni. Gli agricoltori si compattano di fronte ad un grave problema comune".

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina: "Gli allevatori sono esasperati. Ora serve che l'industria lattiera dia un segnale concreto sul prezzo del latte alla stalla. Si facciano carico per la loro quota di responsabilità di difendere una intera filiera produttiva. Martedì incontrerò i rappresentanti di Assolatte a Milano, mi aspetto risposte utili da subito".

06 Novembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000