il network

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BASSA PIACENTINA

Spaccia droga a Caorso, arrestata 47enne di Cremona

La donna, recidiva, è stata trovata dai carabinieri in possesso di 18 grammi di eroina. Custodia cautelare in carcere disposta dal Tribunale di Piacenza in attesa del processo

Spaccia droga a Caorso, arrestata 47enne di Cremona

La droga sequestrata alla 47enne di Cremona

CAORSO - Da mesi cittadini e amministratori segnalano movimenti sospetti lungo gli argini di Po, fra Roncarolo e Zerbio, e da mesi i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola al comando del maggiore Emanuele Leuzzi stavano tenendo sott’occhio la zona, fino a quando lunedì 2 novembre hanno fermato un’auto e arrestato una donna che aveva con sé circa 18 grammi di eroina: dieci volte tanto l’uso personale. Si tratta della 47enne M. T. F., residente a Cremona e già nota alle forze dell’ordine. In passato era stata ammanettata dalla squadra mobile della città lombarda, sempre nell’ambito di un’indagine sullo spaccio di droga. Ai militari intervenuti - delle stazioni di Caorso, Monticelli e del nucleo investigativo - la donna non ha saputo giustificare la provenienza della sostanza stupefacente e per lei è scattato l’arresto. Sull’auto insieme a lei c’erano altre due persone, un ragazzo e una ragazza a loro volta residenti nel Cremonese: l’uomo, di 27 anni, aveva addosso due grammi di eroina (quantitativo compatibile con l’uso personale) ed è stato segnalato alla prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti; nessun provvedimento è invece scattato nei confronti dell’altra donna. Martedì 3 novembre in tribunale a Piacenza si è tenuto il processo per direttissima a carico della 47enne e il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa del processo, in quanto l’indagata è recidiva. Questa operazione antidroga fa parte di una più complessa indagine volta a smantellare il giro di spaccio caorsano che, appunto, viene segnalato da tempo. Anche il sindaco Roberta Battaglia poche settimane fa aveva parlato di movimenti sospetti e aveva scritto ad Aipo ed Arma dei carabinieri: alla prima per chiedere la posa di panettoni in cemento per ostruire l’accesso alla ciclabile dell’argine, mentre alle forze dell’ordine per caldeggiare un’intensificazione dei controlli. L’attenzione dei carabinieri in realtà è alta da tempo soprattutto perché molti degli assuntori sarebbero giovanissimi, spesso in arrivo da Cremona. E l’eroina (che costa circa 30 euro al grammo) sembra ormai essere fra le droghe più facili da trovare e da assumere: niente più siringhe come in passato, ma fumata o sniffata. Ciò non significa che le altre sostanze stupefacenti siano archiviate: proprio nei giorni scorsi in provincia di Lodi è stato sgominato un giro di spaccio di cocaina e fra i clienti c’erano parecchi piacentini e cremonesi tra i 20 e i 50 anni. Prevalentemente donne.

03 Novembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000