il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAVACURTA

Si schianta con l'auto rubata

Gravissimo un 25enne di Castelnuovo che si è ribaltato con il mezzo di un suo compaesano che non si era accorto del furto

Si schianta con l'auto rubata

L'auto sulla quale viaggiava il 25enne

CAVACURTA — In fuga con l’auto rubata, viene tradito dall’asfalto bagnato e si ribalta in un campo. Ora è ricoverato in gravissime condizioni al San Matteo di Pavia. Lo schianto risale a due giorni fa, ha per protagonista un 25enne italiano di Castelnuovo Bocca d’Adda e si è verificato lungo la provinciale che collega Maleo a Cavacurta, un paio di chilometri oltre il confine lodigiano. Quando i carabinieri di Codogno si sono presentati sulla scena dell’incidente, pensavano di dover rilevare un ‘normale’ sinistro stradale. Invece si sono trovati a dover indagare sua una vicenda ben più complessa. E su un crimine appena commesso. Durante i rilievi, i militari hanno infatti scoperto che la Dacia Sandero finita nel campo era intestata a un 74enne di Castelnuovo Bocca d’Adda, che l’aveva parcheggiata qualche ora prima all’esterno della sua abitazione, lasciando però le chiavi all’interno, nel vano porta oggetti. Contattato dagli uomini dell’Arma,il pensionato neanche si era accorto che l’auto era sparita. Soltanto allora ha realizzato che gli era stata rubata, e a quel punto gli investigatori si sono resi conto che il giovane sbalzato dall’abitacolo, e soccorso dal personale del 118, non era il proprietario del veicolo ma, con ogni probabilità, un ladro in fuga. Il 25enne con sè non aveva documenti, e i suoi familiari sono stati rintracciati solo grazie ai numeri salvati nella memoria del cellulare. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, il ragazzo aveva appena rubato l’auto del suo compaesano e stava cercando di raggiungere il proprio ricettatore per poi rivenderla. Ma nel suo piano di fuga non aveva tenuto conto che l’alta velocità, associata all’asfalto viscido, spesso nasconde delle insidie. E a una delle prime curve che si affrontano uscendo da Maleo, la Dacia è uscita di strada, ribaltandosi più volte. Inizialmente ricoverato all’ospedale di Codogno, il giovane è stato poi trasferito al San Matteo, dov’è stato sottoposto a un intervento chirurgico all’addome. Le sue condizioni, stando a quanto si è appreso, sono estremamente gravi. Nel frattempo, i militari hanno formalizzato a suo carico la denuncia per ricettazione.

29 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000