il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL CONTENZIOSO

Cremona Solidale, l'ex dg Gipponi al Tar

Pochi margini per la 'conciliazione' tra il manager e il cda dell'istituto. La minoranza chiede un'altra 'Vigilanza'

Cremona Solidale, l'ex dg Gipponi al Tar

Angelo Gipponi ex dg di Cremona Solidale

CREMONA - Questione di giorni, forse di ore: l’ex direttore generale dell’Azienda speciale Cremona solidale, Angelo Gipponi, si sta preparando a depositare al Tar di Brescia il ricorso contro il bando con cui il consiglio d’amministrazione dell’ex Soldi ha nominato il nuovo dg: Emilio Tanzi. L’avvocato di Gipponi si è incontrato di recente con il segretario generale del Comune, Pasquale Criscuolo, e il presidente della casa di riposo, Emilio Arcaini. Ora la parola passa al cda dell’istituto, che dovrà valutare se esistono (ipotesi improbabile) le condizioni per una ‘conciliazione’. «Sono in attesa di eventuali proposte — commenta Gipponi —. Per quanto mi riguarda, il ricorso sarà il passo successivo, è già pronto e dev’essere solo presentato». Del resto, la mossa di Gipponi era nell’aria. Era stato lui stesso ad annunciarla in una lettera, in quel passo dove aveva scritto che «il cda non mi ha risposto o ha ritenuto di non dovermi rispondere e, a questo punto, ritengo che siano quasi nulli gli spazi per evitare che sia la magistratura a pronunciarsi sulla correttezza del suo operato, se ci sia stato un danno e se esso sia risarcibile». «Non sono mai stato attaccato alla poltrona — aveva continuato Gipponi —. Non mi sono proposto per la selezione comparativa ma, poiché è stata fatta e sono stato inserito tra i partecipanti, desidererei fosse verificato il rispetto dei principi e delle regole da osservare nel suo svolgimento». Il caso dell’istituto di via Brescia, quindi, è tutt’altro che chiuso. Anzi, è in arrivo un secondo fronte caldo: la minoranza annuncia battaglia in un’altra seduta della commissione di Vigilanza (presieduta da Marcello Ventura, consigliere comunale dei Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), la seconda nel giro di poche settimane, anch’essa dedicata interamente a Cremona solidale. L’idea è invitare il successore di Gipponi, magari affiancato dal cda, perché illustri i suoi progetti sul futuro dell’azienda speciale.

14 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000