il network

Mercoledì 23 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


SESTO

"Vi stanno entrando i ladri in casa"

Vede uno dei malviventi intento a staccare un'anta, passante telefona e mette in guardia i proprietari. Furto sventato anche in via Primo Maggio

"Vi stanno entrando i ladri in casa"

Carabinieri in azione a Sesto

SESTO — Il grande senso civico e il tempismo di un residente hanno sventato un tentato furto in paese e fatto scappare i ladri. E’ successo poco dopo la mezzanotte di martedì 6 ottobre in via Toscana, quartiere residenziale a due passi dalla Nolli-Pigoli. L’uomo stava tornando a casa quando ha notato tre persone con fare sospetto davanti ad una villetta. Conoscendo la zona, ha raggiunto a piedi la stradina sterrata dietro al quartiere e ha visto uno dei tre mentre tentava di smontare la porta finestra dell’abitazione. Con il telefonino ha chiamato i proprietari informandoli che molto probabilmente qualcuno stava cercando di entrare all’interno dell’abitazione e ha mandato così in fumo il loro piano. «Vedere tre persone sul marciapiedi che continuavano a guardarsi intorno a quell’ora — racconta il sestese — mi ha fatto pensare. In un primo tempo ho pensato si trattasse dei proprietari, perché da lontano non riuscivo a distinguere i volti, e per fugare i dubbi ho deciso comunque di percorrere il sentiero che sbuca proprio dietro la loro casa. Ho visto una persona arrampicata al primo piano dell’edificio intenta a staccare l’anta di una porta finestra. Allora ho cercato sulla guida il numero della famiglia e li ho chiamati col telefonino. Ho chiesto loro se fossero appena tornati, ma quando mi hanno detto che non si erano mai mossi da casa ho capito tutto e li ho messi in guardia, invitandoli ad accendere la luce. Così hanno fatto e nel giro di qualche secondo da lontano ho notato i tre uomini, più un quarto che era dietro, allontanarsi a piedi. Più tardi mi hanno informato che avevano già staccato tre viti». Avvisata dai proprietari, sul posto è intervenuta anche una pattuglia dei carabinieri. Fra le famiglie del quartiere ora l’allerta è massima: preoccupa molto il fatto che i predoni provino a razziare le abitazioni con la gente dentro. Come del resto è successo qualche settimana fa nella vicina via Primo Maggio, dove hanno tentato di forzare la basculante di una villetta, ma alla fine hanno dovuto rinunciare perché i sistemi di sicurezza li hanno fermati.

09 Ottobre 2015

Commenti all'articolo

  • They

    2015/10/11 - 07:07

    Con le leggi stupide ed inadeguate che abbiamo in Italia non dobbiamo stupirci che ci derubino mentre siamo in casa...

    Rispondi