il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Sottopasso via Brescia, ostruzionismo e bagarre in consiglio comunale

Ma alle 19 si è discusso della questione 'doppio senso di marcia', l'odg di Fasani è stato respinto

Sottopasso di via Brescia, bagarre e farsa in consiglio comunale

CREMONA - Altro che la ‘bagarre’ al Senato sulla riforme istituzionali: nel consiglio comunale di Cremona di lunedì 5 ottobre è andata in scena, pur senza insulti o gestacci, una sceneggiata simile. Infatti la maggioranza ha respinto la richiesta dell’opposizione, presentata da Federico Fasani, di modificare l’ordine del giorno per anticipare discutere alcune mozioni, da lui ritenute di ‘maggiore attualità’. Le mozioni riguardavano la sospensione della nomina del nuovo direttore generale di Cremona Solidale e la revoca dell’incarico di presidente ad Emilio Arcaini, il sottopasso di via Brescia e la ‘revoca’ delle deleghe conferite dal sindaco a quei soggetti presenti in giunta ed in consiglio comunale afferenti a Sel dopo i fatti gravissimi avvenuti il 24 gennaio’. Il ‘colpo di scena’ ha costretto la presidente Simona Pasquali a convocare l’ufficio di presidenza (sospensione di mezz’ora) e l’opposizione ha risposto con una tecnica nuova: il ritiro di tutti gli altri suoi ordini del giorno.

Ma alla fine, cioè alle 19, grazie al ‘rinvio’ di tutte le mozioni, l’ordine del giorno di Federico Fasani sul ‘doppio senso di marcia’ in via Brescia, è stata discussa, tra le proteste di chi aveva votato per il rinvio. L'odg è poi stato respinto dopo una lunga discussione

Leggi di più su La Provincia di martedì 6 ottobre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000