il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ENERGIA & TRUFFA

La 'frode' del fotovoltaico. Sequestrati impianti e conti

Quattordici indagati nell'inchiesta della Guardia di finanza, coinvolta anche una società di Cremona

La 'frode' del fotovoltaico. Sequestrati impianti e conti

Un impianto fotovoltaico (foto d'archivio)

CREMONA - La parziale coincidenza delle compagini societarie, i medesimi notai a redarre gli atti costitutivi delle società, l’utilizzo di analoghi modelli per l’ottenimento delle autorizzazioni previste dalla normativa in campo energetico. E ancora: stessi direttori dei lavori e progettisti incaricati per la realizzazione dei diversi siti energetici. Sono state queste anomalie ad aver insospettito la Guardia di finanza di Bari, che ha scoperto società operanti nel settore del fotovoltaico in apparenza non legate da alcun rapporto di affari ma in realtà, per l’accusa, riconducibili a Cpl Concordia, scoperchiando così una presunta frode nel meccanismo di accesso alla produzione di energia rinnovabile attraverso impianti di pannelli fotovoltaici, concentrati nel territorio di Turi e Noci, in provincia di Bari, riconducibili a 10 società con sedi in Emilia Romagna e in Lombardia, una a Cremona. Otto impianti fotovoltaici sono stati sottoposti a sequestro nel Barese e 14 persone sono state iscritte nel registro degli indagati. Sono stati sequestrati conti correnti per 16 milioni.

03 Ottobre 2015

Commenti all'articolo

  • renzo

    2015/10/03 - 19:07

    Non si salva niente! Tra terroni, slavi o paesi dell'est e magrebini siamo veramenti messi bene....

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000