il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Un brindisi alla ricerca, bilancio positivo per 'La notte dei ricercatori'

Un brindisi alla ricerca, bilancio positivo per 'La notte dei ricercatori'

La notte dei ricercatori a Cremona

CREMONA - Riuscita l'edizione 2015 de 'La Notte dei Ricercatori'. Un brindisi alla Ricerca è stato lo slogan dell'iniziativa, organizzata dal Comune di Cremona, che ha riunito in una serie di iniziative volte a valorizzare le università presenti in città: Università Cattolica del Sacro Cuore, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Brescia (Istituti Ospitalieri - ASL) e Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali.

Venerdì 25 settembre, in cortile Federico II di Palazzo Comunale, dalle 19, erano presenti alcuni stand dove i referenti delle università cittadine hanno offerto informazioni sui piani di studi, la ricerca scientifica e la vita universitaria.

Dalle 19.30, in una nuova modalità informale, grazie alla disponibilità di alcuni locali del centro, è stato possibile incontrare i ricercatori dell'Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali (presso il Chokabeck), dell'Università Cattolica del Sacro Cuore (al Bar Portici) e del Politecnico di Milano (al Metropolitan Cafe').

Alle 20.30, il brindisi alla ricerca universitaria, con il sindaco Gianluca Galimberti, presenti i rappresentanti delle sedi universitarie coinvolte, preceduto da un momento musicale a cura degli studenti del Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali di Cremona. "Le quattro università di Cremona – ha detto il primo cittadino - hanno le caratteristiche fondamentali di universitas, radicamento sul territorio e innovazione. Per questo abbiamo costruito progetti, come Cremona Food Lab per gli Emblematici e la Laurea in restauro degli strumenti musicali, che intercettano finanziamenti e che promuovono la ricerca, mettendo insieme istituzioni, università e imprese. Ci crediamo tantissimo e continuiamo a lavorare insieme in questa direzione".

E' il secondo anno che il Comune aderisce a questa iniziativa promossa dalla Commissione Europea dal 2005 e che coinvolge migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. Occasione di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. L'Italia, che aderisce ogni anno alla Notte dei Ricercatori, è uno dei paesi con il maggior numero di eventi organizzati sul territorio: esperimenti, dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre, visite guidate, conferenze, seminari divulgativi, spettacoli e concerti.

Per avvicinare i giovani e promuovere l'evento è stata coinvolta l’associazione "Humans of Cremona" che ha intervistato alcuni ricercatori universitari sul loro percorso professionale e l'ambito di ricerca in cui sono inseriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

26 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000