il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


RACCOLTA RIFIUTI A CREMONA

La 'differenziata' anche nel centro

Parte il 1° ottobre la fase due: è ormai tutto pronto. E la percentuale è già arrivata al 63 per cento recuperando un arretrato storico

La 'differenziata' anche nel centro

Podestà, Galimberti, Manfredini e Manzi

CREMONA - Un tempo, neppure troppo lontano, il 1° ottobre si tornava a scuola, quest’anno, appunto da quel giovedì, i residenti del centro storico dovranno fare altri compiti: cioè ‘differenziare’ i rifiuti, come già hanno cominciato a fare (bene) quanti abitano in periferia. Parte infatti la raccolta ‘porta a porta’ per i 13 mila che abitano da piazza Duomo a via Giordano, e se tutto andrà bene, la percentuale di differenziata, che ad agosto è arrivata al 63 per cento, recuperando un arretrato storico (il 65 per cento per legge era da raggiungere nel 2012) dovrebbe arrivare al 70 per cento entro l’anno. Tra l’altro era 53,8 per cento soltanto a giugno, un salto di 9 punti. Ci credono il sindaco Gianluca Galimberti, gli assessori Alessia Manfredini e Maurizio Manzi, il direttore di Linea Gestioni, Primo Podestà; il direttore generale di LineaCom, Gerardo Paloschi, che sabato 19 settembre hanno illustrato la ‘fase 2’ della differenziata. Il sindaco ha ringraziato i cremonesi che, al di là delle difficoltà iniziali, hanno capito l’importanza della differenziata, che ovviamente prevede un cambio di antiche e consolidate abitudini, ma che si sono dimostrati più che ‘virtuosi’. Un grazie anche a Giovanni Damiani che, con i suoi collaboratori, è il ‘braccio operativo’ del nuovo sistema. L’assessore Alessia Manfredini ha aggiunto che domani partirà anche la procedura per l’avvio dell’Osservatorio rifiuti, nuovo organismo consultivo che si riunirà a cadenza periodica, con la presenza di tecnici, politici, gestore. La campagna informativa, curata dal gruppo Lgh è stata massiccia: 685 visite al sito web ioamocremona.it, per 29.600 pagine visitate, permanenza media di 6 minuti e 42 per cento di visitatori che tornano nel tempo; 339 chiamate gestite al numero verde; una serie di interventi nei quartieri, nelle scuole, nelle piazze; oltre all’immancabile app per telefonini (rifiutiAMO). E sono stati consegnati oltre 8.900 fleyer informativi. «Il ruolo del gestore è delicato, ma di grande soddisfazione – ha detto Podestà -. A noi è richiesto il massimo impegno soprattutto nella fase di avvio. Stiamo facendo tesoro di quanto ci arriva attraverso le lamentele, che consideriamo strumento utile per risolvere i problemi, ma pure degli insulti abbiamo fatto tesoro. Nelle ultime due riunioni con gli amministratori condomini, abbiamo riscontrato un atteggiamento già cambiato nei confronti del nuovo sistema, adesso i cittadini guardano sempre più con sospetto chi non differenzia. Addirittura alcuni condomini si chiedono perchè non facciamo ancora le sanzioni. La mia idea e che questa debba essere l’estrema ratio, anche per rendere merito a chi fa le cose giuste». Linea ha inoltre conferma inoltre la volontà di contribuire al decoro della città, con la sostituzione dei cestini portarifiuti. L’assessore al bilancio Maurizio Manzi ha rilevato che ‘solitamente il porta a porta va aumentare i costi, per noi è il contrario. Siamo molto contenti, il recupero di materia ci aiuta a recuperar dei costi, come pure l’obiettivo rifiuti zero. E la tariffa puntuale, per il prossimo anno, rimane un obiettivo prioritario» Podestà ha inoltre chiarito che per quanto riguarda gli ingressi degli addetti Linea Gestioni dentro i condomini (uno dei punti critici sollevati dagli amministratori a inizio giugno), al momento sono state ricevute 783 liberatorie da parte dei privati, un numero nettamente inferiore rispetto a quanti effettivamente consentono l’ingresso degli addetti alla raccolta nelle aree interne. Per la raccolta nel centro storico sono stati compiuti 380 sopralluoghi nei condomini per verificare e predisporre le migliori modalità di raccolta, variabili di caso in caso.

19 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000