il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BONEMERSE

Attenzione al ‘prestigiatore’ del resto

Caccia a un ragazzo italiano. Intasca banconota da 50 in cambio di una da 10

Attenzione al ‘prestigiatore’ del resto

BONEMERSE — Edicolante imbrogliata con il trucco del cambio delle banconote. Ortenilla Masseroni, titolare del negozio di via Roma, è stata raggirata da un ragazzo, quasi sicuramente di nazionalità italiana, che con grande abilità, è riuscito a sottrarle una banconota da 50 euro. Ed ora è allarme in paese dopo che il ‘prestigiatore’ del resto ha tentato il colpo anche in altri negozi.
La vicenda risale a venerdì mattina. Verso le 11 è entrato nella cartoleria un giovanotto che ha comprato un giornale pagando 1,50 euro in monetine. Poi ha chiesto la cortesia a Ortenilla di cambiare alcune banconote. «Può darmi una banconota da 50 euro al posto di due da 20 e due da 5 euro?» Una richiesta come tante. «Da quando non c’è più la banca in paese — spiega la titolare — chiedono spesso di poter cambiare le banconote. Io senza pensarci ho accettato. Ho messo i soldi nell’apposita macchinetta che siamo obbligati a tenere per le leggi sull’antiriciclaggio. Era tutto a posto, ho tolto dal cassetto una banconota da 50 euro e gliel’ho data. Ho girato un attimo lo sguardo e lui subito ne deve aver approfittato». Con una sorta di gioco di prestigio che solo i truffatori sono in grado di fare ha sostituito quella banconota con una da 10 euro. «Mi scusi ma ha sbagliato, mi ha dato un pezzo da 10 e non da 50», si è sentita dire Ortenilla. «Mi sono stupita — racconta la donna — tanto è vero che ho persino sollevato il giornale per vedere che non fosse nascosta sotto. Ma non c’era niente. Mi sono scusata, ho ripreso i 10 euro e gliene ho consegnati altri 50. C’era gente in negozio, ero da sola, ho pensato che le nuove banconote da 10 euro hanno colori simili a quelle da 50 e ci sono cascata. Appena uscito però mi sono accorta dell’imbroglio. Ho visto che si dirigeva di fretta verso una macchina parcheggiata fuori che lo aspettava. La prima banconota da 50 euro che gli ho dato non era piegata mentre quella da 10 era piegata in due da tempo». La voce del raggiro si è diffusa rapidamente in paese. Il ragazzo e il suo complice hanno cercato di imbrogliare anche altri commercianti (la farmacista e il barista della piazza) dove però il trucchetto non ha funzionato. Dell’accaduto è stato avvisato anche il sindaco Oreste Bini che ha già visionato le telecamere. Al momento non è ancora stata sporta denuncia. «Se ce ne fosse la necessità — spiega il primo cittadino — i filmati sono a disposizione delle autorità competenti. Oltre a prestare la massima attenzione, credo sia importante che i commercianti si tengano in contatto e si segnalino a vicenda episodi di questo genere».

12 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000