il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

False cooperative e frode fiscale, due arresti della Finanza

In manette con l'accusa di associazione a delinquere sono finiti un imprenditore e il figlio che operavano in provincia di Brescia

False cooperative e frode fiscale, due arresti della Finanza

Alcuni mezzi della guardia di finanza

CREMONA - La Guardia di Finanza di Cremona, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Brescia nella persona del sostituto procuratore Roberta Panìco, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare domiciliare nei confronti di due indagati ritenuti responsabili di aver costituito in provincia di Brescia un’associazione a delinquere che da diversi anni si era specializzata nella frode fiscale delle false cooperative di lavoro, risultate tutte essere “evasori totali”. Contro di loro e contro altri tre indagati è stato anche disposto il sequestro patrimoniale, per un ammontare di quasi 44milioni di euro, a tutela del danno erariale subito dall’Amministrazione Finanziaria. L’ordinanza della dott.ssa Alessandra Sabatucci, gip presso il Tribunale di Brescia ha colpito un imprenditore (E.P., classe 1946) e il figlio (A.P., classe 1975) che dal 2006 al 2011 hanno gestito 11 cooperative di produzione e lavoro ed un consorzio con oltre 260 dipendenti impiegati presso diverse aziende della macellazione e lavorazione di prodotti alimentari del Norditalia.

Leggi di più su La Provincia di venerdì 11 settembre 2015 

10 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000