il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Farmaci illeciti ai bovini
Commerciante arrestato

Il 58enne bloccato dal Nas a Brescia. Capi ‘dopati’ per produrre più latte

Farmaci illeciti ai boviniCommerciante arrestato

CREMONA - Dopo le denunce, la raffica di perquisizioni e i sequestri, scocca l’ora del secondo arresto: i carabinieri del Nas di Cremona, che da circa un paio di anni indagano su un presunto traffico di farmaci illeciti che, stando all’inchiesta del Nucleo anti sofisticazione, verrebbero inoculati ai bovini per incrementarne la produzione di latte, hanno eseguito, all’alba di ieri, un’ordinanza di custodia cautelare. Nel mirino degli uomini guidati dal luogotenente Raffaele Marongiu, che hanno già passato al setaccio diverse aziende agricole del Nord Itala e arrestato un veterinario, ieri è finito un ex agente di commercio che da tempo opera nell’ambio del settore zootecnico. I riscontri a carico del 58enne sarebbero piuttosto pesanti. L’uomo, un bresciano, è stato arrestato in un centro di quella stessa provincia e questa seconda ordinanza di custodia cautelare è stata richiesta dal pubblico ministero Ambrogio Cassiani, il magistrato titolare dell’indagine, alla quale è stato dato il nome ‘Via lattea’ e che ha condotto, a due riprese, nel marzo scorso e nell’ottobre 2014, a numerose perquisizioni e all’iscrizione nel registro degli indagati di una mezza dozzina di persone. Il fronte sul quale operano i militari del Nas di Cremona (che hanno competenza su quattro province: Cremona, Mantova, Lodi e Pavia) finora ha portato, come detto, all’arresto di un veterinario e al deferimento di due agenti di commercio nonché al sequestro di 16 allevamenti, circa quattromila capi di bestiame e di qualcosa come 80.000 litri di latte.

LEGGI DI PIU' SULLA PROVINCIA DI VENERDI' 4 SETTEMBRE 

03 Settembre 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000