il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


EDILIZIA SCOLASTICA A CREMONA

Operazione sicurezza in 21 scuole comunali

E' stato affidato a una ditta specializzata il compito di verificare la stabilità di intonaci e soffitti, allarme alla Realdo Colombo con cinque locali inagibili

Operazione sicurezza in 21 scuole comunali

L'esterno della scuola Realdo Colombo

CREMONA - Al via l’operazione sicurezza nelle scuole comunali. I tempi stringono anche perché la ripresa delle lezioni si avvicina sempre di più. La giunta ha commissionato a una società specializzata — la Tecnoindagini di Cormano (Milano) — uno studio su ventun edifici che elementari e medie inferiori per verificare la stabilità dei soffitti. I primi risultati delle verifiche a tappeto hanno fatto scattare l’allarme per la Realdo Colombo: l’intonaco rischia di staccarsi da un momento all’altro. Un problema serio, non da sottovalutare tanto è vero che si è immediatamente corsi ai ripari chiudendo cinque locali. Le indagini sui vari edifici scolastici sono partite nelle settimane scorse e sono in via di completamento. I controlli riguardano tutti gli immobili di questo genere: alcuni possono aspettare, altri no perché la loro situazione è critica. A cominciare dalla Realdo Colombo, in cui coabitano l’omonima primaria e l'Istituto musicale Claudio Monteverdi. La relazione della ditta milanese, che è stata trasmessa al Comune il 30 luglio scorso, lascia poco spazio a dubbi. «E' emerso — scrive, nella determina, il direttore del settore Urbanistica e Rigenerazione urbana, l'architetto Ruggero Carletti — che in diversi punti l'intonaco ha una pessima aderenza al solaio. In alcuni casi, è eccessivamente staccato e potrebbe collassare». Un pericolo che ha portato a dichiarare immediatamente inagibili un locale al primo piano della Realdo Colombo e quattro, comprese la direzione e la segreteria, al quattro. Non si può perdere tempo. «Si rileva — continua il dirigente comunale — la somma urgenza per l'esecuzione dei lavori allo scopo di tutelare l'incolumità degli utenti del plesso scolastico e garantire il normale avvio del pubblico servizio». Per riuscirci «è indispensabile mettere in sicurezza i soffitti attraverso la posa di controsoffitti».

Una ricerca di mercato ha portato a sondare tre ditte specializzate, due delle quali alla fine non hanno dato la propria disponibilità ad eseguire i lavori. L’unica che ha presentato l’offerta è stata la Sicurtecto, alla quale il Comune ha poi chiesto di affinare la sua proposta economica. Tecnici dell’ente e rappresentanti dell’impresa hanno compiuto, l’11 agosto, un sopralluogo nella scuola interessata. Conclusione: i lavori verranno portati a termine e avranno un costo di poco più di 22.000 euro. Sempre per quanto riguarda la Realdo Colombo, via libera anche al piano straordinario che comprende l’adeguamento e il miglioramento della struttura dal punto di vista sismico. Nell’ambito di questa operazione (estesa pure ad altri edifici scolastici), si rende necessario spostare temporaneamente gli arredi e, in particolare, gli strumenti musicali del ‘Conservatorio’, che dovranno anche essere ricoperti con adeguati teli di protezione. Per questo intervento è stata contattata l’impresa (la ditta Agliardi di Brescia) titolare del contratto di servizio generale di facchinaggio stipulato con il Comune. Questi lavori costeranno 1.900 euro.

22 Agosto 2015

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000